“Diamoci una mano varesini”: la pagina facebook diventa un tavolo di proposte

Primo incontro dei partecipanti alla pagina facebook “ Diamoci una mano varesini ”, che ha come scopo quello di “rendere più bella e vivibile la nostra Varese”

Corso Matteotti a Varese in una domenica di pioggia

Un risultato, dopo poco più di una settimana di vita, l’ha già raggiunto: quello di creare un evento concreto, dove si fa la conoscenza reciproca tra chi ha le stesse opinioni e, chissà, si pensa anche qualcosa di concreto da fare, al di là della polemica virtuale.

E’ il risultato della pagina facebook “ Diamoci una mano varesini ” che ha fino ad ora poco meno di 200 iscritti e che ha come scopo dichiarato quello di “Rendere più bella e vivibile la nostra Varese”.

Ad aprirla è stata una “varesina che lavora in centro” Benedetta Giannini: «Sono una semplice addetta alle vendite in un negozio di piazza Giovine Italia, non ho fini politici e non appartengo a nessuna associazione di commercianti, in quanto semplice lavoratrice – ci tiene a premettere – semplicemente, sento intorno a me una crescente preoccupazione e un crescente disagio, ma anche una sostanziale passività: oltre alle “indignazioni da facebook” non vedo muoversi i varesini, sembrano come rassegnati al peggio. Ma questo è il modo migliore perchè questo accada… con questa pagina, nata da discussioni in altre bacheche, volevo provare a raccolgiere chi invece ha voglia di reagire, “metterci la faccia” o fare del proprio per migliorare le cose. E mi sembra che qualcuno ci sia…».

Tra i primi a partecipare, almeno alle discussioni, ci sono alcuni commercianti del centro, che stanno animando la discussione su “cosa fare del centro di Varese”: da Yvonne Rosa a Paolo Ambrosetti, da Graziella Roncati a Carlo Imparato. Ora la prova è quella del primo incontro “reale”: l’appuntamento è per questa sera, mercoledì 29 aprile, nella sede dell’agenzia 23&venti – altra realtà che ha “messo del proprio” in questo tentativo (nello specifico, la sede) in viale Aguggiari 51.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.