Ecco quanto guadagnano i varesini comune per comune

Il ministero delle finanze ha diffuso i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi degli italiani del 2016 sul 2015. Eccoli suddivisi comune per comune. Primo nella classifica dei "paperoni" è Galliate Lombardo

dichiarazioni dei redditi mappa

Il ministero delle finanze ha diffuso i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi degli italiani. Una panoramica complessiva della quale si sono occupati tutti i media nazionali ma qual è la situazione in provincia di Varese?

Lo abbia ricavato scorporando dai dati nazionali quelli di tutti i singoli comuni della nostra provincia per la quale vi proponiamo un primo risultato che riguarda il reddito medio imponibile di ogni contribuente (ovviamente solo di coloro che pagano le tasse).

L’anno di imposta di riferimento è quello del 2015 per il quale la dichiarazione è stata fatta nel 2016. Ecco quindi una prima mappa di tutti i comuni della provincia colorati per intensità di reddito medio dichiarato. Dove è più scuro il reddito imponibile medio è più alto e viceversa.

Per rendere più leggibile i dati ecco la classifica di tutti i comuni, da quelli più “ricchi” a quelli che dichiarano un reddito imponibile più basso. Si tratta, naturalmente, di un dato medio e che quindi fornisce solo un valore indicativo. È evidente che in comuni piccoli basta la sola presenza di un contribuente molto facoltoso per falsare il livello medio di tutto il territorio.

I Comuni più “ricchi” Galliate Lombardo con un reddito medio imponibile di 33mila euro, seguito da Luvinate, Bodio Lomnago e Barasso. In fondo alla classifica ci sono Cremenaga, con 12.821 euro, preceduto da Cadegliano-Viconago e Cugliate-Fabiasco.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2017
Leggi i commenti

Foto

Ecco quanto guadagnano i varesini comune per comune 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.