Federchimica: Paolo Lamberti designato presidente

L'elezione ufficiale nell’assemblea della Federazione il 19 giugno

varie

La Giunta di Federchimica, ha designato, a scrutinio segreto, la candidatura di Paolo Lamberti alla presidenza della Federazione nazionale dell’Industria chimica con il 99% dei votanti.

Lamberti è Presidente e Amministratore Delegato della Lamberti S.p.A., azienda leader mondiale nel settore della chimica delle specialità, con un fatturato di 515 milioni di euro e 1300 addetti, di cui 770 in Italia.

Laureato in Economia e Commercio, con un Master in Business Administration conseguito alla Wharton School University of Pennsylvania, Lamberti possiede una profonda conoscenza ed esperienza del sistema confindustriale.

Dal 1995 è stato pressoché ininterrottamente componente il Consiglio generale di Confindustria, ex Giunta, nonché per un mandato di carica Componente il Consiglio Direttivo della stessa. Attualmente ricopre varie cariche nell’ambito di Federchimica: Presidente dell’Associazione di settore Aispec, fa parte del Comitato di Presidenza con delega a Sicurezza, Salute e Ambiente e Reach, del Consiglio Direttivo e della Giunta dal 2004 e Consigliere del Centro Reach Srl  dalla sua costituzione.

E’ stato inoltre Vice Presidente di Federchimica per 8 anni, Presidente dell’Unione Industriali della Provincia di Varese e per 13 anni Presidente dell’Università Carlo Cattaneo LIUC di Castellanza, di cui è attualmente Componente il C.d.A. e il Comitato Esecutivo.

Sarà l’Assemblea di Federchimica ad eleggere Lamberti il prossimo 19 giugno 2017. La Giunta ha espresso unanime apprezzamento e un caloroso e sentito ringraziamento a Cesare Puccioni, non più rieleggibile dopo i sei anni del suo mandato, durante i quali sono stati conseguiti importanti risultati su più fronti, che hanno accresciuto l’autorevolezza della Federazione presso Istituzioni e stakeholder e gli Associati.

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.