Ferrazzano, un candidato “sovranista”

45 anni, consulente, Rossano Ferrazzano si candida per la consulta di Crenna-Moriggia. Terrà anche una presentazione pubblica

gallarate generico

Rossano Ferrazzano si candida per la consulta di Crenna-Moriggia.

45 anni, nato a Busto Arsizio, ha sempre vissuto a Gallarate. «Vivo a Crenna dal 1983, ho un figlio. Ho lavorato principalmente nell’ambito del vino come giornalista prima e poi come addetto al marketing, da un paio di anni lavoro a Lugano in una società di consulenze».

La candidatura di Ferrazzano è particolare perchè – accanto ad alcuni tempi locali legati al quartiere, in parte anche di attualità – porta anche una visione precisa, quella dei “sovranisti” (che potremmo contrapporre, in sostanza, agli europeisti). «La mia candidatura è risultato di una passione politica fin dal liceo a Gallarate e poi alla Bocconi dove ho avuto modo di condividere la passione con Manfredi Palmieri, che è stato anche presidente del Consiglio Comunale di Milano. Dall’anno scorso ho deciso di aderire a un nuovo partito, il Fronte Sovranista Italiano, di cui sono coordinatore regionale: un partito di orientamento costituzionalista e socialdemocratico, ci tengo a precisarlo perchè di solito il termine sovranista suggerisce un’appartenenza a destra radicale. Da questa esperienza ho poi deciso di riavvicinarmi alla politica attiva a livello locale: il Fronte Sovranista rifiuta ogni finanziamento esterno alla politica, volendo invece ricostruire dal basso la partecipazione e cercando nuovi aderenti al programma e alle proprie linee politiche».

Perchè si candida in una consulta locale? «La mia idea, attraverso le consulte, è rendere partecipi i cittadini delle istituzioni, renderli consapevoli delle competenze e delle reali possibilità d’intervento che ha il Comune. Ampliare la consapevolezza del cittadino sui vincoli che oggi esistono e che condizionano la vita quotidiana di ognuno».

Quali sono i temi prioritari per Moriggia e Ronchi? «La viabilità, il mantenimento del verde pubblico, ma anche il tema dello spostamento alla Boschina della ipotetica moschea. Quindici giorni fa, quando ho raccolto le firme, molti mi hanno segnalato questo problema».

Ha delle proposte specifiche per il quartiere? «M’interessa prima di tutto sentire le necessità dei cittadini. M’interessano due temi già discussi, da approfondire: collegamento pedonale e ciclabile Crenna-Moriggia con il centro città, oggi pericolosi per le strozzature causate dalle linee ferroviarie. L’altra politica, istituire incontri periodici con i cittadini per raccogliere le necessità e opinioni e per informare della situazione dell’amministrazione comunale e delle sitituzioni italiane in generale».

Infine, una iniziativa particolare: Ferrazzano ha scelto di tenere anche un incontro pubblico per presentare la propria candidatura, venerdì 17 marzo alle 20.30 a Villa Delfina.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.