Fisco e Spatola soddisfatti per l’emendamento Isee

Una misura per rendere progressivi i costi delle tariffe sosta

La nuova segreteria provinciale dei Giovani Democratici

Riceviamo e pubblichiamo

Durante la seduta del Consiglio Comunale di martedì sera è stato approvato, con una maggioranza trasversale, l’emendamento al sistema tariffario del Piano Sosta presentato dai consiglieri comunali del Partito Democratico Francesco Spatola e Giacomo Fisco. 
La proposta, relativa agli importi degli abbonamenti annuali per i pendolari e per gli utenti frequenti, garantirà la totale gratuità del servizio per i redditi ISEE fino a € 7000 e una riduzione del 50% per i redditi ISEE compresi fra € 7000 e € 14000. Le fasce più deboli avranno quindi diritto a un risparmio fino a € 350 nel caso dei pendolari, e fino a € 600 nel caso degli utenti frequenti.
Da segnalare che l’esito finale della votazione ha visto contrario tutto il gruppo di Forza Italia e parte del gruppo Lega Nord.

“Sono veramente soddisfatto per il risultato ottenuto in consiglio comunale – spiega il giovane Consigliere Giacomo Fisco – perché ci permetterà di tutelare le fasce più deboli garantendo a loro un servizio estremamente importante. In un momento storico come quello che viviamo oggi, abbiamo infatti il compito fondamentale di tornare a dare voce alle istituzioni e risposte concrete ai cittadini, andando incontro prima di tutto alle esigenze di chi ha più difficoltà. Credo che il provvedimento sia rivoluzionario, così come tutto il Piano della Sosta, e che potrà essere preso come modello dalle altre città italiane.”

“Spiace però constatare il voto contrario – conclude Fisco – di quella parte dell’opposizione, Forza Italia e Lega Nord, che ha detto di no ad un provvedimento che farà risparmiare alle famiglie centinaia di euro.”

“Una soddisfazione – aggiunge Francesco Spatola – che sarà ancora maggiore quando vedremo i buoni risultati dell’attuazione del Piano, coraggioso nel puntare a liberare il centro città dal traffico passivo della sosta e socialmente sensibile nel definire il carico finanziario sull’utenza, anche grazie al nostro emendamento. “

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore