Galimberti offre un patto ai commercianti

"Via l'aumento Cosap ma in cambio i negozi diano servizi per la sicurezza e il decoro tramite il baratto amministrativo". Lunedì la decisione

commercianti varese protesta cosap

L’aumento Cosap verrà probabilmente tolto. Il sindaco ha presentato un emendamento al bilancio, oggi alle 12, che potrebbe bloccare l’aumento della tassa sui tavolini in caso di sottoscrizione da parte dei commercianti di un documento in cui i negozi si impegnano a collaborare con il Comune per migliorare il decoro cittadino. Il tutto entro il prossimo lunedì alle ore 17, data in cui è stato convocato il prossimo appuntamento tra amministrazione ed esercenti.

GALIMBERTI E ZAMBELLI

“Abbiamo presentato una proposta che non può non essere condivisa” dichiara Davide Galimberti, sindaco di Varese, al termine di un incontro con i commercianti del centro che chiedevano l’abolizione dell’aumento Cosap, la tassa sui tavolini.  Antonella Zambelli, uno degli imprenditori più impegnati nella trattativa, spiega: “Ci siamo presi tempo fino a lunedì prossimo, ma ci stiamo lavorando. Qualche punto forse andrà limato, tuttavia c’è sinergia“.

GLI IMPEGNI

Il sindaco Galimberti e l’assessore Perusin hanno proposto di sottoscrivere tra Comune ed attività commerciali un protocollo che contiene una serie di impegni reciproci con un obiettivo principale: il rilancio della città e del commercio a Varese. Ad esempio verrà chiesto ai negozi di comprare  e mantenere le fioriere oppure di far versare una somma di cauzione sulle bottiglie di alcolici che attenuerà il degrado. O ancora di tenere pulite le aree antistanti i negozi e di spazzare le neve e limitare il volume del rumore. Palazzo Estense si impegna, tra le altre cose, a concordare le aperture e chiusure del cantiere di via Sempione (il nuovo parcheggio).

L’ASSESSORE AL COMMERCIO PERUSIN

“Si tratta di impegni per buona parte emersi durante gli incontri con gli stessi commercianti – dichiara l’assessore al commercio Ivana Perusin – più che una riduzione secca della tassa i nostri interlocutori chiedevano che i soldi fossero impiegati bene”.

IL BARATTO AMMINISTRATIVO

“Oggi proponiamo la prima vera esperienza di baratto amministrativo – afferma il sindaco – ovvero una condivisione nelle responsabilità per rendere più bella, sicura e attraente la città non solo attraverso l’iniziativa dell’attività amministrativa ma anche il grazie al coinvolgimento di cittadini e commercianti. Questo processo potrebbe portare ad una riduzione delle tasse. L’obiettivo di questo processo è quello, se la sperimentazione che proponiamo oggi dovesse funzionare, di ridurre la tassazione su cittadini ed aziende”.

IL PROTOCOLLO

Nel protocollo si parla di impegni sul fronte della raccolta dei rifiuti e del decoro con una maggiore responsabilità dei commercianti. Di maggiore sinergia nel delineare le tempistiche dei cantieri per non danneggiare il commercio, ad esempio il programma dei lavori per il parcheggio di via Sempione che verrà concordato. Si parla inoltre di illuminazione della città. Viene stipulato l’accordo per l’organizzazione di eventi da realizzare insieme e con il contributo di tutti. Ma anche di sicurezza e di attenzione e sensibilizzazione all’abuso di alcol da parte dei ragazzi che vivono la movida. Insomma un vero e proprio accordo di intenti che ha come scopo la realizzazione di un nuovo metodo mai sperimentato in città che crei una sinergia davvero efficace tra Comune di Varese, commercianti e cittadini.

DI SEGUITO LA BOZZA COMPLETA

 

BOZZA

PROTOCOLLO D’INTESA PER LA VALORIZZAZIONE DEL COMMERCIO E DEGLI ESERCIZI PUBBLICI, IL DECORO URBANO E LA VIVIBILITA’.

PRIMA APPLICAZIONE DELL’ISTITUTO DEL “BARATTO AMMINISTRATIVO”

TRA

Il Comune di Varese, con sede in via Sacco, 5 a Varese, P.IVA……………………………………..,legalmente rappresentato dal Sindaco pro tempore…………………………………………………………………..,nato a ……………………………….il……………………………………nella propria funzione

ASCOM

CONFESERCENTI

AIME

……

PREMESSO

– che l’attuale amministrazione comunale, come si evince dalle linee programmatiche approvate dal consiglio comunale ad inizio mandato, ha posto particolare attenzione alla valorizzazione del commercio e del tessuto urbano nonché della sicurezza attraverso:

*l’accelerazione nell’attuazione di importanti interventi di riqualificazione urbana (Zona delle stazioni, P.zza Repubblica, via Robbioni, variante generale del PGT, etc);

* nuove forme di promozione della città a livello nazionale quali ad esempio: il festival dell’ambiente e del paesaggio, il festival del fumetto, le iniziative per il Natale in tutti i quartieri oltre che nel centro;

* implementazione degli uffici comunali con nuove adeguate professionalità (giuristi ed esperti di promozione territoriale) in grado di snellire le procedure amministrative relative al commercio e contribuire al rilancio turistico;

*istituito una squadra antidegrado per far fronte agli interventi più urgenti legati a rendere più bello le zone della città;

* riduzione della TARI per le attività produttive ed in particolare il settore dell’alimentazione e della somministrazione attraverso la modifica al relativo regolamento a fronte dell’entrata in vigore della Legge Gadda sullo spreco alimentare;

*interventi per rendere più sicura la città attraverso l’incremento di telecamere, l’assunzione di ulteriori agenti di polizia locale per presidiare maggiormente il territorio, il maggior coordinamento con le forze dell’ordine, nonché la sperimentazione di ordinanze antibivacco;

* approvato definitivamente il progetto esecutivo e reperito i necessari finanziamenti per il tanto atteso parcheggio di via Sempione;

– che il Comune ha altresì avviato l’iter per l’approvazione del piano della sosta che consentirà, tra l’altro, una maggior flessibilità di parcheggio, un’ampia rotazione, l’inserimento della pausa pranzo gratuita in tutti gli stalli nonché un incremento delle tecnologie per il pagamento della sosta e l’individuazione di alcune isole a disco orario per le commissioni veloci;

– che diversi cittadini che vivono in prossimità di diversi esercizi pubblici della città (in prevalenza nel centro) hanno manifestato il proprio disagio anche con esposti per il volume della musica proveniente dai locali pubblici, gli schiamazzi, etc;

– che è interesse dei sottoscrittori del presente atto che la città di Varese sia attrattiva sotto il profilo commerciale-turistico e che l’attività economia e la movida si possano adeguatamente conciliare con la vivibilità per i cittadini ed il rispetto delle regole;

– che per contribuire a garantire tutto quanto dianzi espresso (maggiore sicurezza, più parcheggi, minor burocrazia, etc) nonché maggiori servizi ed opportunità per gli esercizi pubblici e la collettività in generale il Comune ha, inizialmente, ipotizzato di incrementare la Cosap nei termini contenuti nella deliberazione della G.C. n…..;

-che, a fronte dei colloqui intercorsi e gli incontri avuti tra comune e associazioni di categoria, è emersa la possibilità che parte delle predette attività (in particolare quelle relative alla promozione del territorio, alla cura degli spazi pubblici, alla sensibilizzazione dei giovani per le problematiche relative all’uso di alcol al rispetto delle regole, etc.) possano essere gestite direttamente e/o comunque con una significativa partecipazione da parte degli esercizi pubblici ed i commercianti;

– che l’amministrazione comunale ha altresì deciso di avanzare la candidatura di Varese come capitale italiana dei giovani onde implementare politiche ed abitudini del mondo giovanile;

– che vi è quindi la possibilità di sperimentare nel caso di specie e per tutte le attività connesse alla pulizia, decoro, osservanza delle regole, promozione del territorio strettamente collegate con le attività commerciali e dei pubblici esercizi, a far data dal corrente anno, il principio del “baratto amministrativo” previsto dall’art. 24 del DL 133/14;

– che il presente protocollo è stato approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n….del …….

* * * *

Quanto sopra premesso

1) Le premesse fanno parte integrante e sostanziale del presente atto.

2) Il Comune di Varese con la sottoscrizione del presente atto si impegna a:

a) pubblicare entro e non oltre il 31.3.2017 il bando di gara relativo alla realizzazione dei lavori del parcheggio di via Sempione prevedendo meccanismi incentivanti affinchè la conclusione degli stessi possa avvenire nel minor tempo possibile;

b) concordare con le associazioni di categoria, espletate le procedure per l’assegnazione dei lavori, l’avvio del cantiere del parcheggio di via Sempione al fine di ridurre gli eventuali disagi alle attività;

c) convocare, con i vari settori del comune, Aspem e le associazioni di categoria, un tavolo tecnico bimestrale, per affrontare tutte le tematiche che interessano il commercio ed i pubblici esercizi (viabilità, pulizia, spazzamento strade, sicurezza, iniziative di promozione territoriali etc);

d) implementare entro la fine del 2017 l’illuminazione pubblica delle zone centrali;

e) elaborare un piano di riqualificazione estetico paesaggistica del centro cittadino e delle zone limitrofe consono alla nome di “città giardino”;

f) valutare l’accettazione della donazione di fioriere o altri elementi di arredo urbano da parte di esercenti che possano avere rilevanza pubblica con conseguente esclusione del pagamento della Cosap che in tal modo avranno il beneficio di non dover provvedere al pagamento della Cosap;

g) Approvare entro la fine del corrente anno un nuovo regolamento di polizia urbana che contenga, tra l’altro, moderne ed attuali misure tese a consentire lo svago ed al contempo senza incidere sulla degli abitanti e consentire di svolgere le attività nell’interesse della collettività e con i minori disagi possibili;

h) monitorare e sanzionare attraverso le Gev le violazioni al regolamento di polizia urbana in ordine in particolare la defecazioni dei cani e l’inosservanza da parte dei proprietari delle regole ivi contenute che impongono la raccolta a loro carico;

i) sperimentazione, nei giorni non di mercato, di concerto con le associazioni di categoria del mercato in p.zza Repubblica;

3) Le associazioni di categoria e gli esercizi pubblici con la sottoscrizione del presente atto si obbligano a:

a) osservare con assoluto scrupolo ed attenzione l’eta’ delle persone a cui si somministrano e vendono alcolici;

b) presentare o far presentare al SUAP del Comune di Varese da parte di ciascun esercente pubblico, entro e non oltre il 30.5.2017, una relazione tecnica tesa a garantire il rispetto dei limiti di inquinamento acustico interno ed alle abitazioni soprastanti o adiacenti gli esercizi pubblici;

c) astenersi dal somministrare e vendere nei fine settimana ed alla sera bevande ed alimenti in contenitori di vetro che possano essere abbandonati nelle vie cittadine in alternativa applicare una maggiorazione (a titolo di cauzione) del costo del prodotto che verrà restituita da parte dell’esercizio pubblico al cliente subordinatamente alla riconsegna del contenitore così da incentivarne la restituzione dopo il consumo ed evitare che vengano lasciati in giro per la città vetri etc;

d) promuovere e finanziare in sinergia con il Comune e le altre Forze dell’Ordine campagne di sensibilizzazione dei giovani per i pericoli derivanti dall’uso di alcol e stupefacenti;

e) promuovere e finanziare di concerto con il Comune almeno n…. eventi per la valorizzazione del centro storico e delle castellanze;

f) Rispettare e far rispettare la superficie concessa per l’occupazione del suolo pubblico concessa a ciascun esercente con impegno dei titolari di esercizi commerciali di segnalare eventuali irregolarità commesse da altri esercenti;

g) effettuare quotidianamente la sistemazione e pulizia dell’area pubblica antistante il proprio esercizio-punto vendita pari ad un raggio di almeno 150 mt. e, comunque, alla chiusura dell’esercizio lo spazio ciascun esercenti dovrà provvedere alla pulizia dello spazio pubblico nonché provvedere allo spazzamento della neve nella zona antistanti gli esercizi e delle attività commerciali;

h) promuovere ed organizzare almeno n. iniziative di valorizzazione del mercato di p.zza Kennedy con la collaborazione del Comune ed il distretto del commercio;

i) promuovere con il comune e le associazioni dei taxi e l’azienda del trasporto pubblico iniziative tese a garantire maggior sicurezza dei ragazzi nel percorso casa-movida con l’applicazione di minibus-taxi collettivi gratuiti con i costi a carico degli esercenti e con possibilità di sponsorizzare l’iniziativa;

l) Collaborare attraverso anche l’acquisto dei materiali necessari che potranno essere donati al comune onde consentire alla squadra “antidegrado” di effettuare parte dei lavori concordati;

m) garantire la chiusura di porte e finestre dei locali pubblici dopo le ore 23.00 in caso di produzione di musica anche al fine di evitare dispersione termica;

n) fare in modo che le pulizie degli esercizi pubblici al termine dell’attività giornaliera vengano effettuate in osservanza di tutte le regole di rispetto e diritto al riposo;    

o) esporre i rifiuti in conformità a regolamento e ordinanza comunali previo idoneo accordo con Aspem;

p)  incentivare a fornire ai clienti borse della spesa riutilizzabili e, per chi somministra alimenti e bevande bicchieri, piatti e posate in mater bi; 

q) consorziarsi ed aderire all’iniziativa dona una telecamera al comune promossa dall’amministrazione.

4) Le parti convengono, a far data dall’anno 2018, di procedere all’eventuale applicazione della maggiorazione della Cosap pari al 10% nonché all’applicazione, previo adeguato studio statistico eseguito congiuntamente da Comune ed associazioni di categoria, di un adeguato coefficiente di moltiplicazione in funzione del tipo di attività svolta dai diversi esercizi presenti sul territorio. Tale indice moltiplicatore può essere modificato di anno in anno in funzione dell’andamento dei redditi degli esercenti dell’anno precedente nonché dell’incremento di presenze turistiche sul territorio.

5) Ferme le sanzioni che verranno comminate ai trasgressori per la violazione delle norme vigenti, le parti convengono sin d’ora che in caso di accertamento da parte del Comune di irregolarità superiori a n annue in ordine al mancato rispetto delle norme sulla diffusione sonora, l’occupazione degli spazi pubblici, la somministrazione di alcolici a minorenni da parte di tutti gli esercizi o ambulanti presenti sul territorio comunale verrà proposto al Consiglio Comunale da parte della Giunta di modificare il regolamento Cosap ed applicare a far data dell’anno successivo l’accertamento delle predette irregolarità una maggiorazione del 35%.

6) Le parti sottoscrittrici convengono che indipendentemente dagli accorgimenti adottati di contenimento delle emissioni sonore, qualora venga accertato il persistere di disturbo alla quiete pubblica, il Comune può vietare l’uso di strumenti musicali o di impianti o apparecchiature con emissioni sonore dalle ore 13.00 alle ore 15.00 e dalle ore 23.00 alle ore 7.00.

In caso di recidiva, il Comune, conformemente agli strumenti legislativi stabiliti dall’ordinamento, può disporre la chiusura del pubblico esercizio fino a dieci giornate e nei casi di persistenti violazioni può disporre la revoca della licenza.

Salvo espressa autorizzazione del comune per eventi ed iniziative occasionali è vietata la collocazione e l’utilizzo di strumenti ed apparecchi di riproduzione e amplificazione acustica sulla soglia ed all’esterno di esercizi pubblici e commerciali.

7) Fermo quanto disposto dal presente protocollo, rimane ferma la possibilità di sottoscrivere anche ulteriori “patti” specifici o dare la possibilità di aderire a quello generale anche a singoli esercenti eventualmente non associati.

Varese, marzo 2017

Comune di Varese

Ascom Aime Confesercenti…..

 

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore