“Gallarate si merita Filosofarti o si merita Cassani?”

La provocazione di Sinistra Italiana, critica sulle scelte fatte dall'amministrazione comunale.

Luca Mercalli Filosofarti 2017

L’edizione 2017 di Filosofarti si è chiusa, domenica scorsa, con un grande successo, nel programma qualificato ma soprattutto nella grande partecipazione a tutti gli eventi di punta e a molti eventi collaterali. Ed è su questo successo che lancia una provocazione Sinistra Italiana, critica con l’amministrazione comunale di Andrea Cassani: «In una città come la nostra ha senso l’esistenza del Festival della filosofia? Sembrerebbe di no, a guardare le politiche del Sindaco Cassani e della sua giunta che in pochi mesi hanno trasformato Gallarate in una città insensibile all’accoglienza, cieca di fronte alle vere necessità e interdetta con azioni scellerate come il ” Daspo” (provvedimento che allontana dalla città chi è sorpreso a consumare cibi e bevande in strada per esempio) o come l’impedimento di pregare ai fedeli di un’altra religione diversa da quella del sindaco».

«Eppure il Festival – che quest’anno ha come titolo “Pandora, nuovi vizi, nuove virtù” e che nel volantino cita Bauman “il dialogo è la vera rivoluzione culturale” e che inviata a ragionare su “…onestà, trasparenza, rispetto, condivisione, solidarietà ed accoglienza, fede e amore…” – riempie ogni sera le sale» continua Sinistra Italiana. «Allora delle due l’una: o questa Gallarate, governata da chi impedisce il dialogo e il rispetto con pratiche populiste, razziste e fasciste per bassi fini di carriera politica, non si merita un momento così alto e importante. Oppure è Gallarate che non si merita Cassani. I tanti che hanno partecipato agli incontri di filosofia, che da sempre ragiona e studia con curiosità il mondo, gli uomini e la natura, interrogandosi sulle grandi domande della vita, ci dicono che vince la seconda opzione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.