Giochi matematici, in 650 alla sfida dei numeri

Giunti alla trentunesima edizione nel mondo e alla ventiquattresima edizione organizzata in Italia dal Centro PRISTEM dell'Università Bocconi, i Giochi Matematici vedono la partecipazione di più di 200.000 concorrenti a livello globale

Avarie

In circa 650 hanno sfidato i numeri nelle semifinali dei “Campionati internazionali di Giochi matematici”. Sabato 18 marzo, all’Università dell’Insubria, è andata in scena la prima fase della “competizione”, che vivrà i momenti salienti con la finale nazionale (che si svolgerà a Milano, in “Bocconi”, il 13 maggio 2017) e la finalissima internazionale, prevista a Parigi a fine agosto 2017.

Giunti alla trentunesima edizione nel mondo e alla ventiquattresima edizione organizzata in Italia dal Centro PRISTEM dell’Università Bocconi, i Giochi Matematici vedono la partecipazione di più di 200.000 concorrenti a livello globale che si sfidano, negli stessi giorni e con gli stessi “giochi”. In Italia, alla prima edizione, parteciparono poco più di 400 “giochisti”; gli iscritti all’edizione 2015-2016 sono stati quasi 60.000.

I primi classificati di ogni semifinale locale (circa il 10% degli effettivi partecipanti) verranno ammessi alla fase successiva ovvero alla finale nazionale.

ECCO I PRIMI TRE CLASSIFICATI NELLE RISPETTIVE CATEGORIE.

C1 (per gli studenti di prima e seconda media): Alessia Carugati, Milò Barilla, Christian Pantano;
C2 (per gli studenti di terza media e prima superiore): Maria Rebecca Dedali, Luca Velati, Federico Gallesi;
L1 (per gli studenti di seconda, terza e quarta superiore): Chiara Zanotta, Mirco Bianchi, Giorgio Bascialla;
L2 (per gli studenti di quinta superiore e del primo biennio universitario): Luca Sozzi, Ileana Macchi, Davide Lainate;
GP (“grande pubblico” riservato agli adulti, dal 3° anno di Università … ai classici 99 anni di età): Marco Bernasconi, Alberto Vis, Marco Beri.

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 19 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore