I Killer Bees portano la Coppa Ticino a Palazzo Estense

La società gialloazzurra accolta dal sindaco Galimberti dopo la storica vittoria. Spazio anche al team di pattinaggio velocità, che vanta già atleti in azzurro

hockey varese killer bees coppa ticino

La Coppa Ticino per ripartire con rinnovate ambizioni, ma anche un nuovo progetto capace di creare atleti di rango nel pattinaggio velocità. I Varese Killer Bees, società cittadina che da anni si dedica all’hockey su ghiaccio disputando i tornei organizzati nel vicino Canton Ticino, ha chiuso stamattina – giovedì 23 – la stagione agonistica con un appuntamento a Palazzo Estense per ricevere i complimenti del sindaco, Davide Galimberti.

Il primo cittadino ha ospitato la squadra del presidente Matteo Cesarini e di coach John Cacciatore  che, come accennato, ha di recente conquistato la Coppa Ticino, trofeo per la prima volta uscito dai confini cantonali per trovare posto nella bacheca delle “Api”. «Il ritorno di coach Cacciatore è coinciso con il nostro ritorno al successo – sottolinea Cesarini – con lui avevamo vinto due campionati negli anni scorsi: questa volta abbiamo sollevato una coppa che altre due volte abbiamo sfiorato, perdendo in finale in modo rocambolesco. Quest’anno però è nostra e a questo punto, nella stagione prossima, oltre a cercare di fare bene in campionato proveremo a difendere questo titolo».

I Killer Bees, dopo un periodo di festa e riposo, torneranno quindi a lavorare per la stagione ventura. Tra i primi nodi le riconferme, in particolare degli stranieri: quest’anno le Api avevano in organico quattro oriundi (Fratangelo, Procopio, Franchini e Devito) e qualcuno di loro potrebbe avere proposte per andare a giocare in campionati superiori.

La mattinata a Palazzo Estense è servita anche a lanciare in via definitiva una nuova realtà che da un anno opera nell’ambito della società giallo azzurra, e cioè la Cardano Killer Bees, che si occupa di pattinaggio velocità.
«Abbiamo iniziato a lavorare al PalAlbani grazie all’intesa con la squadra di hockey: noi arriviamo dal pattinaggio a rotelle (Cardano al Campo è la “capitale provinciale” di questo sport ndr) ma volevamo sviluppare anche l’attività su ghiaccio» spiega l’allenatore Maurizio Alessi. «Ora abbiamo a disposizione le attrezzature necessarie e siamo già riusciti a farci notare a livello di risultati. Da ottobre 2015 a oggi abbiamo lavorato in modo serio, mandando uno specialista della strada come Fabio Francolini sul podio mondiale, al secondo posto. E ora abbiamo tre atleti locali di prima fascia: Gabriele Galli è già nel giro della nazionale e ha all’attivo un decimo posto mondiale nonostante abbia iniziato da poco; Alessandra Franco è a sua volta azzurra ed è andata a medaglia ai campionati italiani. Poi c’è Marcelo Donadio che vive qui ma che gareggia per la nazionale brasiliana: se quest’ultima otterrà il via libera dalla federazione internazionale, Marcelo potrebbe qualificarsi per le Olimpiadi 2018».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore