“Il carnevale fatelo una settimana prima, così se piove…”

Il consiglio del vicario episcopale Monsignor Agnesi, dopo le polemiche sulla quaresima

monsignor franco agnesi

Il consiglio del vicario episcopale è ispirato al buon senso, più che alla fede, ma giunge secco alla fine di un colloquio in cui il messaggio è: “Mi tenga fuori da questa storia”. Però alla fine Monsignor Franco Agnesi, il numero uno della curia milanese in provincia di Varese, cambia idea e afferma: “Forse sarebbe il caso di ricondurre questa vicenda a una scelta di organizzazione e buon senso.

Per evitare che le sfilate di carnevale possano essere rinviate a causa della pioggia, in un week end di quaresima, si possono organizzare una settimana prima. E’ vero che nella nostra zona piove tanto, ma statisticamente non è così probabile che venga giù la pioggia due sabati di fila.  E’ anche vero che non è confacente alla tradizione cattolica una sfilata di carnevale nel periodo di quaresima, ma non mi sembra nemmeno giusto farne una guerra”.

L’idea di Monsignor Agnesi oggi non viene seguita dai comuni del Varesotto. In provincia vi sono due riti diversi, i comuni della diocesi di Como seguono il rito romano e terminano una settimana prima di quello ambrosiano. ma quasi nessuno anticipa la sfilata.

A Varese il comune ha scelto, quest’anno, di rimandare di una settimana la sfilata. La circostanza è stata criticata da due consiglieri comunali del Pd, Fabrizio Mirabelli e Luisa Oprandi, che hanno scritto una lettera in cui affermano, in sostanza, che per rispettare tutte le religioni e il pluralismo occorre anche avere attenzione per la tradizione cattolica e dunque non “sforare” con la sfilata carnevalesca nel periodo di quaresima.

Anche la Lega Nord ha sostenuto una posizione simile, ma con diversi accenti: il segretario provinciale del Carroccio Matteo Bianchi ha detto che diversi comuni della provincia di Varese a guida leghista, nonostante la pioggia di sabato scorso, non recupereranno la sfilata di carnevale sabato prossimo perché i sindaci vogliono rispettare le tradizione cattolica in maniera integrale e così difendere le nostre tradizioni.

Un ultimo consiglio potrebbe giungere da  Gavirate, che lo scorso anno ha tenuto la sfilata di carnevale e giugno, in estate.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore