Il criminologo Massimo Picozzi apre il festival Tèc

Appuntamento sabato sera in biblioteca Frera per l'incontro con lo psichiatra e criminologo, uno dei maggiori esperti di profiling

massimo picozzi saronno

Comincia sabato sera il Festival “Tradate è cultura”. Il primo appuntamento è con il noto criminologo e psichiatra Massimo Picozzi che incontrerà i cittadini sabato sera, 25 marzo, alle 21, intervistato dalla giornalista Sara Magnoli. L’incontro è in programma alla Biblioteca Frera, base operativa del Festival organizzato dal tavolo della cultura, i cui appuntamenti proseguiranno fino al primo di aprile.

Picozzi presenterà il suo ultimo libro “Profiler” (Sperling & Kupfer) che accompagna il lettore in un viaggio affascinante nelle menti dei predatori. «Vi capita di chiedervi se potete fidarvi di una certa persona? Quando siete da soli a casa o per strada vi sentite al sicuro? – si legge nella presentazione del libro -. Avete il dubbio che vostro figlio possa essere vittima di bullismo? Massimo Picozzi, criminologo ed esperto di profiling, ci insegna a «leggere» con chiarezza e rapidità persone e situazioni, a individuare i rischi potenziali della vita di tutti i giorni, a capire quando seguire l’istinto se qualcosa ci allarma e a prendere le decisioni giuste per tenere noi e i nostri cari lontani».

Massimo Picozzi, medico, psichiatra e criminologo, è uno dei maggiori esperti di profiling. Consulente della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, in qualità di perito psichiatra si è occupato dei più clamorosi casi di cronaca degli ultimi anni, dall’omicidio di Novi Ligure al delitto di Cogne, dalle Bestie di satana ad Angelo Izzo, fino alla morte di Sarah Scazzi ad Avetrana. Collabora con The European House-Ambrosetti, SDA Bocconi e dirige il master in Criminologia e Reati Economici de Il Sole 24 Ore. È autore di ventitré volumi che hanno venduto oltre seicentomila copie. Conduce a Radio 105 l’appuntamento settimanale di CSI Milano ed è opinionista di Quarto Grado sulle reti Mediaset.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.