Il Garante Regionale promuove il modello della Città dei Bambini

Il Sindaco di Malnate, Samuele Astuti: "Un modo nuovo di pensare le città"

città dei bambini

Mercoledì 29 marzi si è svolta, alla sede del Consiglio Regionale della Lombardia a Milano, una riunione di approfondimento sul tema della Città dei Bambini.

Alla riunione hanno partecipato il Garante Regionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza,  Massimo Pagani, la vicepresidente del Consiglio Regionale Sara Valmaggi e la Consigliera Sara Mainini (Vice Presidente della Commissione consultiva del Garante) e, per il Comune di Malnate, il sindaco Samuele Astuti, l’Assessore con delega alla Città dei Bambini Irene Bellifemine e il Presidente del Consiglio Comunale Enrico Torchia. Era presente anche Laura Damiani che da sempre ha seguito da vicino le molte attività legate alla Città dei Bambini, oltre al Difensore Civico dei Bambini e dei Ragazzi Nadia Cannito.

Presenti anche il sindaco di Casnate con Bernate Fabio Bulgheroni, il sindaco di Cologno Monzese, Angelo Rocchi e realtà molto attente al sociale, come Ancescao e Caritas Ambrosiana.

La giornata, promossa proprio dal Garante Regionale, aveva l’obiettivo di promuovere il modello Malnate a livello regionale in un confronto con amministratori, educatori, professionisti.

Il Sindaco di Malnate, Samuele Astuti, dichiara: «Desidero ringraziare il Garante Regionale e il Consiglio Regionale per la grande attenzione dimostrata nei confronti della Città di Malnate e del progetto della Città dei Bambini. Siamo onorati della volontà da parte del Garante di costruire una rete di progettualità in Regione Lombardia di questo tipo. Da ormai 6 anni nella città di Malnate siamo impegnati nella realizzazione del progetto Malnate – Città a misura di Bambino nella convinzione che il bambino rappresenti veramente la figura ideale nel pensare la città. Una città a misura di bambino è, infatti, una città migliore per tutti».

I tre pilastri della Città dei Bambini sono la progettazione partecipata – attraverso cui i bambini sono impegnati concretamente nella progettazione degli spazi e delle iniziative della città – il Consiglio dei Bambini, vero e proprio luogo decisionale nella città di Malnate e il progetto legato all’autonomia di movimento “Andiamo a scuola da soli”.

Il sindaco Astuti conclude: «A breve lavoreremo su un nuovo obiettivo, tanto sfidante quanto entusiasmante: restituire i bambini il diritto al tempo libero e a immaginare e a fantasticare, in totale libertà».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.