Il movimento “Partite Iva unite” si presenta

L'associazione, nata nel 2015, approda anche nella zona di Malpensa

soldi

Si presenta a Cardano al Campo il movimento “Partite Iva unite”: nato nel 2015, guidato dall’imprenditore Gaetano Balsamo, “vuole dare voce e peso a imprese e professionisti”.

La presentazione di PIU (efficace sigla di Partite Iva Unite) si terrà mercoledì 29 marzo a Cardano al Campo al Best Western Hotel (Via Baroldo, 12, accanto alla superstrada per Malpensa), dalle 20 alle 22.30.

Organizzano i soci fondatori della Lombardia. «Diventa sempre più impellente trovare soluzioni efficaci per tutti, Imprese, titolari e dipendenti. Unire le Partite IVA vorrebbe dire avere un peso ed un potere economico , potere che oggi è’ rappresentato da pochi ma in realtà governa» spiegano i promotori. «L’8% degli italiani ha una partita iva. Con la loro attività producono economia e lavoro per il resto della nazione. Oggi un imprenditore paga allo Stato tasse tra dirette ed indirette con percentuali altissime. Inoltre molte imprese non possono sopravvivere in una struttura statale che non fa nulla per creare sviluppo e che così “organizzata” fagocita soldi per la propria inutile sussistenza. La politica almeno quella che fino ad oggi abbiamo visto non ha minimamente dato risposte , metodo e volontà di cambiare vittima del proprio dna dove il compromesso e l’interesse di parte bloccano il tutto. Così andremo avanti per poco. Non c’è più tempo per demandare soluzioni più o meno pratiche o fantasiose al “sistema”».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore