Il piccolo mondo antico a Villa Fogazzaro

Un successo per la dimora del Fai al confine con la Svizzera. Il 2016 ha registrato una crescita sostenuta di visitatori

Tempo libero generica

Villa Fogazzaro Roi, prezioso bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano, affacciato sulla sponda italiana del Lago di Lugano a Valsolda, apre la nuova stagione da sabato 25 marzo.

In una collocazione strategica all’incrocio dei flussi turistici fra Lago di Como e di Lugano, sta diventando una meta sempre più frequentata da visitatori italiani e svizzeri, grazie anche alle diverse iniziative del FAI che ha deciso di rilanciare questo luogo di pace e ispirazione in cui Fogazzaro trascorse lunghi periodi della vita, ambientandovi gran parte dei suoi maggiori successi letterari, fra cui Piccolo mondo antico. La stagione 2016 si è chiusa con un incremento di presenze, circa 7.000 rispetto alle 5.000 del 2015 e alle 4.100 del 2014.

«I visitatori di Villa Fogazzaro – ha affermato Chiara Colombo – sono cresciuti malgrado non siamo ancora aperti al pubblico. Siamo arrivati a settemila presenze. Per entrare serve una speciale tessera associativa. Oltre alle relazioni con gli altri beni Fai, stiamo costruendo sinergie con il territorio. Questo valorizza ancora di più tutta l’area che resta molto autentica. Per noi è importante guardare anche alla Svizzera perché siamo proprio sul confine.  Il fascino particolare del bene è che è rimasto come venne lasciato dal marchese Roi, con addirittura la tavola apparecchiata. I visitatori oggi oltre alla visita guidata ci chiedono di potersi fermare per poter godere dell’atmosfera della villa e del giardino». 

lombardia generiche

LAVORI IN CORSO

La prospettiva di prolungare i giorni di apertura è uno degli obiettivi che il FAI intende perseguire. La realizzazione di una nuova pompa di calore segna l’inizio dei lavori di adeguamento per arrivare proprio a questo scopo.

Villa Fogazzaro Roi avrà i seguenti orari: dal 25 marzo al 18 giugno e dal 30 settembre al 29 ottobre: sabato e domenica (lunedì e martedì festivi italiani e svizzeri),  dalle 10 alle 18, tutti gli altri giorni solo su prenotazione.  Dal 21 giugno al 1 ottobre: da mercoledì a domenica (lunedì e martedì festivi italiani e svizzeri), dalle 10 alle 18. Aperture speciali, dalle 10 alle 18, saranno: dal 13 aprile al 1° maggio; dal 25 al 28 maggio; dal 2 al 5 giugno; dal 15 giugno al 18 giugno; dal 28 ottobre al 1° novembre.

UNO SGUARDO VERSO LA SVIZZERA

La parola d’ordine per le strategie di sviluppo è “sinergia con il territorio”, dove per territorio si intende quella vasta area che da Valsolda va a comprendere Lugano, Como e Varese.
Si guarda soprattutto al fronte svizzero: dopo l’ottimo successo dello scorso anno, si rinsalda la collaborazione con la Navigazione Lago di Lugano per promuovere gli eventi della stagione. I visitatori potranno usufruire di un biglietto combinato che prevede il trasferimento in battello andata e ritorno Lugano-Oria/Oria-Lugano + l’ingresso e la visita guidata alla dimora. Inoltre, verranno introdotte da quest’anno nuove corse speciali per collegare Lugano ai più interessanti borghi della Valsolda, con l’obiettivo di creare una maggiore sinergia tra la sponda svizzera e quella italiana del Ceresio.

SUGGESTIONI DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Sempre in collaborazione con la Navigazione Lago di Lugano sono state organizzate tre serate per vivere pienamente il fascino di Villa Fogazzaro Roi, la sua storia, la sua misurata eleganza, il suo legame con il Piccolo mondo antico. L’evento Suggestioni di una notte di mezza estate verrà proposto in tre diverse date: 10 giugno, 22 luglio, 16 agosto e prevede l’apertura serale della villa con una speciale visite guidata, la cena e l’intrattenimento musicale a bordo del battello.

Per rafforzare il turismo proveniente dal Ticino, è in fase di realizzazione una nuova brochure che promuoverà in territorio svizzero Villa Fogazzaro Roi insieme ad altri beni del FAI delle province di Como e Varese, tramite il sostegno del FAI Swiss e della Navigazione Lago di Lugano.

Infine, è stata lanciata la campagna Cercasi Sognatori per reclutare, sempre tramite FAI Swiss, nuovi volontari presso l’Università di Lugano e alcune associazioni del territorio elvetico.

LOCATION ESCLUSIVA

La nuova brochure avrà l’obiettivo di promuovere Villa Fogazzaro Roi non solo per il turismo tradizionale, ma anche per chi cerca una location esclusiva per ambientare un matrimonio – grazie a una convezione con il comune di Valsolda – o un evento privato di altro genere. Difficile resistere al fascino di celebrare le proprio nozze circondati dall’atmosfera di un antico borgo, immersi in stanze ottocentesche che conservano antichi arredi, libri di Fogazzaro, manoscritti e preziose memorie, collocate dalle sapienti mani del Marchese Giuseppe Roi, pronipote dello scrittore.

LE QUATTRO STAGIONI IN CUCINA

Quattro serate gastronomiche organizzate in collaborazione con il rinomato ristorante valsoldese La Lanterna, ovvero Le quattro stagioni in cucina che permetteranno di gustare, nell’ambientazione esclusiva della villa, quattro menu studiati sul tema delle quattro stagioni, con una selezione di prodotti locali: due cene molto intime ospitate nella sala da pranzo e due buffet allestiti nel giardino pensile. Primo appuntamento domenica 7 maggio.

Torna anche l’iniziativa Dipingere en plein air. L’acqua e i riflessi del lago corso di pittura di paesaggio ad acquerello, all’interno del giardino pensile e nell’Orto di Franco. Due gli appuntamenti previsti: uno indirizzato agli adulti, l’altro pensato per famiglie con bambini.

APPRENDISTI CICERONI

Con la delegazione FAI di Como è stato avviato il progetto ®Apprendisti ciceroni, che coinvolgerà giovani studenti nella realizzazione di uno studio di promozione e valorizzazione della Valsolda. Saranno organizzate visite guidate ai borghi e alle chiese, come Castello con la chiesa di San Martino, in collaborazione con Casa Pagani e lo storico dell’arte dott. Mollisi

UN PICCOLO TESORO DI MEMORIE

Chi ha visitato Villa Fogazzaro Roi ha avuto la possibilità di immergersi in un’atmosfera fuori dal tempo, sfogliando le pagine di una straordinaria antologia letteraria. La visita della villa, della durata di circa 60 minuti, è sempre accompagnata da una guida specializzata e prevede la visita degli spazi esterni, del giardino pensile e degli interni della dimora, dal piano nobile ai due piani delle camere degli ospiti e camere padronali, in modo da apprezzare appieno la storia di questa splendida dimora che si intreccia con la vita dello scrittore Antonio Fogazzaro che elesse la villa a proprio “luogo dell’anima”. In queste stanze, si muovono e vivono i personaggi di Piccolo Mondo Antico, tra la terrazzina, il piccolo giardino con l’olea frangrans e la stretta galleria.

Grazie alle competenti cure di Giuseppe Roi, pronipote dello scrittore, ogni forma di ricordo è stata custodita e valorizzata, dagli oggetti personali, allo scrittoio, al manoscritto di “Miranda”. Le stanze della villa, intime e raccolte, sono colme di fotografie di famiglia e di cimeli, testimonianze dello stile di vita di una famiglia borghese sul finire dell’Ottocento.

Questa dimora conquista l’ospite con il suo fascino e la misurata eleganza, offrendo ancora oggi, la storia di un “piccolo mondo”, sempre più antico ma ancora straordinariamente intatto, immerso tra lago e montagna nei paesaggi mozzafiato del Ceresio.

 

di marco@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.