Il Sassuolo vince il Torneo di Viareggio. Il segreto è a Olgiate Olona

I giovani della Primavera, così come la prima squadra e la squadra femminile si affidano alle cure del Centro Ricerche Mapei

sassuolo torneo viareggio

Festa grande in casa Mapei per la conquista della 69a edizione della Viareggio Cup da parte dei giovani dell’US Sassuolo, che come i colleghi della prima squadra e le ragazze del team femminile si affidano per la preparazione al Centro Ricerche Mapei Sport di Olgiate Olona.

Ieri pomeriggio, mercoledì 29 marzo, al termine di un’appassionante e bilanciata partita, i neroverdi della Primavera hanno avuto la meglio sull’Empoli regalando a patron Giorgio Squinzi e a tutti i tifosi un successo inedito nella storia del club.

«Siamo orgogliosi e felici dell’approccio alla gara dei ragazzi. Alla settima partita in 16 giorni le energie rimaste erano poche, ma hanno dato il massimo e il risultato li ha ripagati. Adjapong ha portato in vantaggio il Sassuolo al 13′: penetrazione in area dalla destra e gran diagonale che non ha lasciato scampo a Giacomel. Dopo un momento di difficoltà, con le reti di Zini e Manicone, nella ripresa il colpo di testa di Scamacca ci ha portato al 2-2. Nei tempi supplementari il risultato è rimasto inchiodato sul pareggio, così la finale si è decisa ai rigori. Dagli undici metri il Sassuolo si è dimostrato ancora una volta infallibile mettendone a segno quattro, mentre i toscani ne hanno sbagliati due grazie anche ad una ottima parata di Costa» commenta Ermanno Rampinini, responsabile dello Human Performance Lab (HPL) di Mapei Sport e consulente di squadre di calcio di alto livello italiano ed europeo.

Mapei Sport ha da sempre un forte legame con i giovani. Oltre che nel mondo del pallone è attivo al fianco dei promettenti ciclisti in orbita Trek Segafredo e della Nazionale Portoghese Under 23, con la quale ha stretto un accordo per far crescere gradualmente e con la giusta cultura i suoi talenti più interessanti.

La struttura guidata dal dottor Claudio Pecci cura inoltre le valutazioni e i programmi di allenamento di singoli atleti e formazioni di diverse discipline, compresi podisti, cestisti, sciatori e triatleti. Considerati i traguardi raggiunti, si può ben dire che i campioni di domani passano da Olgiate Olona.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore