Il Varese non cerca alibi. Bettinelli: “Abbiamo giocato male”

Il tecnico ringrazia il pubblico e avvisa: "Contro questo tipo di squadre si rischia di fare fatica". Talarico e Luoni: "Dispiaciuti, ma proveremo a ripartire"

Varese - Pro Settimo 0-0

«Abbiamo giocato male, con le punte che non hanno fatto i movimenti che avevo chiesto. Volevo che si muovesse velocemente la palla, che si andasse a far gioco sugli esterni, che si cercasse l’uno contro uno per scardinare il “pullman” messo davanti alla porta dalla Pro Settimo, che ha fatto quello che ci aspettavamo. Loro hanno avuto anche fortuna per quelle occasioni del Varese non andate a segno, ma ciò non toglie che abbiamo giocato male».

Galleria fotografica

Varese - Pro Settimo 0-0 4 di 16

Parla in modo schietto, Stefano Bettinelli, quando è chiamato a giudicare la partita della sua squadra, che contro la terz’ultima in classifica ha prodotto uno 0-0 striminzito. «Per giocare in ampiezza, come volevo, chi sta in mezzo deve essere svelto a far circolare palla e invece oggi non è stato così. Loro hanno chiuso tutti gli spazi, noi abbiamo avuto la gamba giusta ma non la velocità di esecuzione necessaria. Sicuramente se avessimo sbloccato subito la partita (il riferimento è al gol sbagliato in avvio), avremmo visto un gioco completamente diverso anche perché anche i nostri avversari avrebbero dovuto disputare una gara più propositiva. Invece è andata in modo diverso».

Il tecnico non si sofferma sul possibile rigore non concesso a Scapini («Se non l’ha fischiato, non c’era, ed è inutile recriminare») e non crede in un “blocco mentale” dei suoi: «Probabilmente partite come queste capitano e sono capitate in momenti decisivi. Per noi è più facile giocare con una Pro Sesto, e cioè una squadra capace di metterci in difficoltà ma che gioca a viso aperto, che non con una Pro Settimo che sta rintanata. Purtroppo però da qui alla fine ci saranno tante “Pro Settimo”».
Infine un pensiero al pubblico: «Qui ho ritrovato le persone di sempre, mi pare quasi di non essere mai andato via. Voglio ringraziare i tifosi che ci hanno sostenuto fino alla fine: sono sicuro che nelle prossime daremo delle soddisfazioni».

Sul fronte opposto, mister Tosoni è onesto nel commentare la gara di Masnago. «Per noi questo è un punto molto prezioso: bravi i miei giocatori, portiere e difensori in particolare, a concedere poco, ma abbiamo anche avuto un pizzico di fortuna. Il Varese ha grandi valori e si giocherà fino alla fine la promozione: sono contento di aver strappato un pareggio qui. Sul possibile rigore a Scapini invece ero troppo lontano e coperto per giudicare».

Tra i migliori biancorossi c’è stato sicuramente Devis Talarico: «Abbiamo creato tante occasioni ma se poi queste si sbagliano, finisce sempre così. Sapevamo che loro avrebbero puntato al pareggio, quindi ci eravamo anche preparati; noi volevamo prendere il treno per salire in vetta ma purtroppo stavolta ce lo siamo lasciati scappare. Non siamo stati quelli di domenica scorsa, quando dopo pochi minuti eravamo riusciti ad andare in vantaggio; forse ci è mancata un po’ di lucidità».
Chiamato a valutare i problemi dovuti al campo di casa, il giovane terzino spiega: «Non siamo preoccupati, ma sappiamo che qui gli avversari dovrebbero arrivare consci di dover fare più fatica. Invece squadre che magari in casa giocano in un campo sportivo, si stanno esaltando quando arrivano in uno stadio del genere, ma questo non può essere un alibi».

E alibi non ne cerca neanche capitan Luoni: «C’è rammarico perché è un’altra occasione sprecata, però dovremo tirare le somme alla fine dell’anno e non dopo le singole partite. Ci abbiamo provato in tutti i modi ma non abbiamo segnato: domenica ce n’è un’altra, con il Legnano, e proveremo a rifarci. Oggi era comunque difficile trovare spazi con le palle basse, ci abbiamo provato in altro modo e siamo stati anche sfortunati. Ma non possiamo aggrapparci a questo».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Pro Settimo 0-0 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.