Inquinamento da idrocarburi nel torrente Viganella

Ampie chiazze oleose notate nel primo pomeriggio. Sul posto la polizia locale. Avvisata Arpa Lombardia: è zona di ripopolamento ittico

Idrocarburi a Gemonio nel torrente Viganella

L’allarme è scattato oggi, venerdì 24 marzo appena dopo pranzo: sono presenti idrocarburi nel torrente che scende dalla Valcuvia all’altezza di Gemonio, sotto il ponte della ferrovia vicino alla rotonda della provinciale.

Galleria fotografica

Idrocarburi a Gemonio nel torrente Viganella 4 di 13

Nei pressi della segheria Visconti scorre infatti il torrente Viganella, immissario del Lago Maggiore: in quel punto un forte odore di gasolio è già percepibile nell’aria passando a piedi.

Basta poi affacciarsi sul torrente sottostante e sono visibili ampie macchie di idrocarburi in superficie, che si fermano in una sorta di buca appena a valle di una piccolo salto d’acqua.

Siamo in una zona di sicuro interesse ambientale, tanto che in questo tratto di torrente la pesca è vietata in quanto zona di ripopolamento ittico: sotto la superficie resa color arcobaleno dalla massa oleosa che galleggia sono distinguibili ad occhio nudo diversi pesci.

Attorno alle 14.30 sul posto era presente una pattuglia della polizia locale del Verbano che ha eseguito un sopralluogo: per ora è impossibile risalire alla fonte inquinante. È stata avvisata Arpa Lombardia, l’Agenzia Regionale per l’ambiente che in questi casi interviene eseguendo le verifiche del caso e difatti attorno alle 15.30 erano già stati posizionati alcuni teli assorbenti per cercare di contenere la dispersione degli inquinanti.

Il Viganella è un torrente che nasce a Orino alle pendici del campo dei Fiori e pochi chilometri a valle, verso Caravate, cambia nome e diventa “Monvallina”, per via del comune dove sfocia nel Verbano.

Proprio in questo tratto, nella zona dell’abitato di Caravate solo pochi giorni fa un nostro lettore segnalava la presenza di una schiuma nelle acque del torrente, con una morìa di pesci – anche trote – nel tratto a valle.

Difficile dire se i due episodi possano in qualche modo essere collegati: l’unico tratto in comune sono le acque di questo torrente ingrossatosi negli ultimi fiori per le abbondanti piogge.

(Le foto a corredo di questo articolo sono state scattate dalla sponda di Gemonio del torrente Viganella, che in quel punto è il confine fra i comuni di Cocquio Trevisago e Gemonio nda)

 

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Idrocarburi a Gemonio nel torrente Viganella 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore