La prima scuola dall’acustica perfetta

È l'istituto comprensivo Cavalieri: il rumore è stato drasticamente ridotto, la chiarezza e la comprensione del linguaggio e della musica sono migliorate

Avarie

Dicono gli esperti che spiegare le caratteristiche di un’aula dall’acustica perfetta è come raccontare a parole il gusto del cioccolato. Capire quanto il lavoro di ottimizzazione del suono possa cambiare la qualità di un ambiente scolastico e delle attività didattiche che vi si svolgono è un’esperienza sensoriale che va provata di persona: nelle aule dell’istituto comprensivo Cavalieri i suoni non si trascinano e non si sovrappongono più, il rumore è stato drasticamente ridotto, la chiarezza e la comprensione del linguaggio e della musica sono migliorate, a tutto vantaggio dell’attenzione e della concentrazione degli studenti, in particolar modo di quelli ipoudenti.

Sono i primi risultati del progetto L’Aula da sogno, avviato nel 2015 dalla scuola ad indirizzo musicale di via Anco Marzio grazie ad una collaborazione con Ecophon Saint-Gobin, Amplifon e il Politecnico di Milano, che ha permesso di riqualificare acusticamente tre aule con controsoffitti e pannelli fonoassorbenti di ultima generazione. Adesso, grazie al Bilancio Partecipativo del Comune di Milano, che ha assicurato un finanziamento di 300 mila euro, il progetto di bonifica acustica – già vincitore al Positive Business Awards 2015, categoria Baby, e pubblicato nello School Book della Struttura di Missione per l’Edilizia Scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri – potrà riguardare l’intero istituto comprensivo, coinvolgendo sia la scuola primaria Ariberto, sia la scuola secondaria di 1° grado Cavalieri.

“L’eccellenza delle esperienze educative delle nostre scuole e la partecipazione dei cittadini alle scelte dell’amministrazione nel finanziare progetti importanti per il territorio – affermano la vicesindaco e assessore all’Educazione, Anna Scavuzzo, l’assessore ai Lavori pubblici e Casa, Gabriele Rabaiotti e l’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Lorenzo Lipparini – ci hanno permesso di realizzare una scuola che non solo migliorerà l’attività didattica nel suo complesso, in particolare quella musicale che caratterizza il Cavalieri, ma che abbatterà anche le barriere architettoniche per gli studenti ipoudenti”.

Appena ultimate le opere nella palestra di via Anco Marzio, che in questo modo è diventata un vero spazio multifunzionale adatto ad ospitare spettacoli e concerti, entro il mese di aprile saranno ottimizzate tutte le aule fino a renderle adeguate alla musica da camera, e da maggio partiranno i lavori nei refettori e negli spazi comuni di via Ariberto.

“L’IC Cavalieri sarà a breve la prima scuola in Italia interamente bonificata acusticamente – dicono la dirigente Rita Bramante e il professor Dino Rutolo, insegnante di clarinetto e ideatore de L’Aula da sogno – realizzando un grande progetto che può rappresentare un modello replicabile di riqualificazione per tutte le scuole”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.