Maggiore formazione per chi deve assistere i malati di Aids

Una delibera della regione Lombardia impone 36 ore di approfondimento per medici e infermieri delle aziende ospedaliere

aids 2016

L’Aids non spaventa più ma continua a mietere vittime. Lo scorso anno, in Lombardia si sono registrati 829 nuovi casi di infezione da HIV di cui 422 nella sola provincia di Milano.

Per tenere alta l’attenzione su questa malattia, la giunta regionale ha approvato la delibera “Programmazione regionale dei corsi di formazione e aggiornamento professionale per il personale in servizio nei reparti di malattie infettive o impegnato nell’assistenza ai casi di Aids – anno formativo 2017″.

Si tratta di corsi di 36 ore annue da svolgersi fuori dall’orario di lavoro ed è dedicato a personale in servizio medico, infermieristico e ausiliario delle Aziende Ospedaliere dotate dei reparti di malattie infettive e di altri reparti attrezzati per il ricovero di ammalati di AIDS ed affetti da patologie HIV correlate.

Tra le ASST destinatarie, dunque ci sono anche le due ASST del territorio Valle Olona e Sette Laghi, oltre a Legnano, ASST Ovest Milanese, e Como ASST Lariana.

I finanziamenti relativi agli assegni di studio ed al rimborso delle spese di docenza e di organizzazione sostenute per l’attivazione dei corsi di formazione ammontano a 1.700.000 euro per le Aziende Sanitarie Pubbliche e 140.000 euro per quelle private.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.