“mImesi”: il concorso teatrale che cerca emozioni

Due drammi, un giallo e una commedia sono le opere in gara scelte tra le tante proposte. Una serie di rappresentazioni dove il pubblico dovrà esprimere il parere

locandina concorso teatrale gavirate mimesi

Il Comune di Gavirate in collaborazione con RS Produzioni propone il Concorso Teatrale “mImesi”, che si terrà a Gavirate a partire dal 24 marzo.

“mImesi” è volutamente con la prima I maiuscola, per accentare la parola come dal greco. Infatti, il legame è con Platone, anche se ci si richiama di più alla concezione aristotelica del termine. La “rappresentazione” della realtà e delle emozioni è la base del teatro, dove vengono “riprodotte” situazioni di vita. Per la prima edizione, si punta alle emozioni che creano suspanse, che lasciano il segno nei personaggi sul palco e negli spettatori.

“mImesi” è un concorso, con una giuria che definirà la miglior opera e altri premi, ma dove anche il pubblico potrà esprimere il suo giudizio, assegnando alla fine un premio di gradimento.

Gli spettacoli sono stati selezionati fra tutte le compagnie che hanno aderito a un bando di partecipazione. La scelta è caduta su due drammi originali e di autori contemporanei (“Notturno” di Albertina G. Alberti e “Mercurio” di Amélie Nothomb), un giallo dove l’assassino rimarrà incerto fino alla fine (“Conto alla rovescia”) e una commedia che porta il teatro nel teatro (“Questa è una commedia seria”). Le compagnie arrivano anche da lontano, Thiene e Gambolò ad esempio, per la passione e la voglia di mettersi in gioco.

Il calendario e le trame sono le seguenti:

24 marzo 2017: “Mercurio” di Amélie Nothomb
Compagnia La Zonta di Thiene (VI) – Regia di Giampiero Pozza – Dramma
All’indomani della fine della prima Guerra Mondiale, una giovane infermiera viene incaricata dalla direttrice del suo ospedale di recarsi presso una vicina isola su cui sorge un misterioso castello; unico suo abitante un oscuro ex capitano di marina, unico modo per raggiungerlo una piccola barca che fa da spola tra l’isola e la terraferma. Nonostante le inquietanti premesse, animata da spirito di servizio e dalla passione per il proprio lavoro, la giovane infermiera accetta l’incarico; scoprirà ben presto che nulla è come appare, che il capitano non è solo e gode di ottima salute, che il castello è presidiato da guardie e che in esso tutti gli specchi sono stati distrutti. Non si può raccontare oltre dell’intreccio di Mercurio; il percorso per scoprire cosa stia accadendo veramente tra quelle mura sarà infatti per l’infermiera (e per gli spettatori con lei) ricco di colpi di scena, svolte inaspettate e terribili segreti svelati.

7 aprile 2017: “Questa è una commedia seria” di M. Sonsogno
Compagnia Greenwood di Gambolò (PV) – Regia di M. Sonsogno – Commedia
Il corpo del dottor Castaldi viene ritrovato privo di vita nel salotto della sua casa di campagna. A tentare di sbrogliare l’intricata matassa degli eventi arriva il detective Sifone, al quale è subito chiaro che nulla è come sembra. I due figli del dottore, la moglie, la cognata e il genero sono sospettati dell’omicidio, nonostante si dichiarino tutti innocenti. Riuscirà il detective Sifone a risolvere l’enigma? Riuscirà a svelare il vero colpevole? Per un esperto del suo calibro nulla è impossibile … sempre che qualcosa non vada storto!

21 aprile 2017: “Notturno thriller” di Albertina G. Alberti
Compagnia La Sarabanda di Olgiate Molgora (LC) – Regia di L. Riva – Dramma
Ottobre 1932, il rigido inverno tedesco è alle porte. Le stanze del castello di Grunenwald sono scaldate dalla gioia di una giovane coppia, Liselotte e Heinrich, nella sera delle loro nozze mentre le risate allegre degli invitati ancora riecheggiano in quelle stanze. E’ l’inizio di una storia d’amore, o almeno è quello che dovrebbe essere. Gradualmente zone buie emergono dalla personalità dell’uomo e invadono la quotidianità di Lise. Mentre il giornale orario racconta il sorgere del terzo Reich, Heinrich, convinto sostenitore dello slancio del nazionalsocialismo, costringe la moglie ad un isolamento sempre maggiore. Quale terribile segreto si cela dietro le mura di quel castello? Chi è veramente Heinrich Schweigert? Liselotte sarà costretta ad affrontare il male, i fantasmi che infestano il passato del marito e la violenza che ne consegue.

5 maggio 2017: “Conto alla rovescia” di G. La Volpe
Compagnia I Copioni di Milano (MI) – Regia di G. La Volpe – Giallo
Un gruppo di persone, apparentemente senza nulla in comune. Storie di vita che nascondono delle identità che verranno rivelate. Un misterioso killer comincia ad ucciderli uno ad uno e, come in un conto alla rovescia inesorabile, aumentano le angosce, il terrore e i sospetti sui restanti. Una ricerca fra indizi, confessioni e ammissioni di verità fino ad allora nascoste per cercare di individuare l’assassino.
Ma non tutto è come sembra.

19 maggio 2017: “Gala di premiazione” a cura di RS Produzioni
Serata di premiazione delle compagnie con intrattenimento a cura dell’organizzatore.

Gli spettacoli avranno luogo presso l’Auditorium Comunale di Via Fermi a Gavirate, ore 21,00,
prezzo dei biglietti: intero 8,00 € ridotto 6,00 €. Serata del 19 maggio: biglietto unico a € 5,00

La RS Produzioni, nata nel 2007 ma operativa già dal 2000 con il nome “I gatti di scena”, si occupa di organizzazione di rassegne teatrali e concorsi, nonché di produzioni teatrali.

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.