Nasce il “Comitato del cuore in day hospital”

Una decina di genitori del reparto oncoematologico dell'ospedale Del Ponte si è costituito in una realtà che funge da supporto a chi si trova ad affrontare la malattia del proprio figlio

Day hospital oncoematologico pediatrico

Nasce il “Comitato Cuore in Day Hospital”, costituito nello scorso gennaio da una decina di genitori afferenti al Day Hospital oncoematologico pediatrico “Giacomo Ascoli” di Varese insieme ad Angela Ballerio Ascoli, mamma di Giacomo e referente del gruppo volontari attivi in reparto.

Tra i soci fondatori del Comitato, che si è costituito con lo scopo di fornire un sostegno morale alle famiglie che devono affrontare la malattia di un figlio, anche la dottoressa Maddalena Marinoni, dirigente medico S.C. Pediatria e referente del Day Hospital presso l’ASST dei Settelaghi, Ospedale del Ponte. «La nascita di questa libera associazione si deve ai genitori e alla consapevolezza che proprio loro hanno maturato, in merito alla possibilità di poter alleviare insieme la fatica e il dolore che questa malattia comporta», commenta l’avvocato Marco Ascoli, presidente della Fondazione – Non a caso il Comitato, per volontà dei costituenti, è stato denominato Cuore, perché è questo che anima il desiderio di creare un contesto quanto più possibile rasserenante e idoneo alla guarigione, favorendo, specie nelle fasi di esordio della malattia, lo scambio di esperienze con chi ci è già passato, e fornire chiarimenti e aiuti ai familiari, nell’affrontare un momento tanto difficile e delicato. Sono convinto che questa associazione di genitori sarà un contributo prezioso, che andrà a rafforzare ancora di più lo spirito di volontari, medici, psicologi che ogni giorno si prendono cura dei bambini del nostro day hospital ».

Il Comitato favorirà infatti incontri, opere di informazione e divulgazione e potrà promuovere ogni genere di iniziative e manifestazioni conviviali, ludiche, sportive, culturali o altro, per raccogliere fondi da destinare alla Fondazione Giacomo Ascoli.

A presiedere il neo Comitato è Elena Parascenzo, mamma di Nicholas, che è un piccolo paziente del day hospital varesino. Proprio lei spiega: «affrontare ogni giorno il dolore e la sofferenza dei nostri figli, con dignità e cercando di mantenere sempre il sorriso sulle labbra, non è semplice. Ma credo che proprio perché noi mamme ci troviamo costrette a farlo, possiamo sostenerci a vicenda, inventando giochi per provare a rallegrare le mattinate trascorse in ospedale dai nostri bambini. Dobbiamo cercare di stare unite, qualunque cosa accada, ed è con questo spirito che abbiamo deciso di fondare questa associazione, che ci consentirà di agire sul territorio, coordinarci con altre realtà locali, aiutare, affiancare e migliorare, ove possibile, quella che per noi ormai è diventata una casa: la Fondazione Giacomo Ascoli». A dimostrazione del fatto che, nonostante la sofferenza e la fatica che accompagnano la malattia, «vivendo nella Fondazione si può vivere meglio», conclude il presidente Marco Ascoli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.