“Nati per camminare” torna il progetto-gioco per le scuole

Più di 60 istituti e quasi 20mila bambini coinvolti. “Giocando insieme faremo strada” lo slogan di questa settima edizione. A maggio la premiazione dei vincitori

Avarie

A piedi o in bici, in skateboard, col monopattino o con i mezzi pubblici. L’importante è non prendere la macchina. Dal 20 al 24 marzo torna “Siamo nati per camminare”, l’iniziativa che promuovere l’uso dei mezzi alternativi all’auto privata per i percorsi casa scuola.

Giunta alla sua settima edizione, anche quest’anno la cinque giorni di mobilità sostenibile dedicata ai più piccoli raccoglie un grande successo di adesioni, con la partecipazione di 19.360 bambini di 64 scuole primarie milanesi e, per la prima volta, anche di una scuola di Assago, a segnare un allargamento progressivo del progetto verso la più ampia città metropolitana.

Siamo nati per camminare è realizzato e curato da Genitori Antismog, con la collaborazione del Comune di Milano e il sostegno di Fondazione Cariplo, con il contributo di Vittoria, Tern Bicycles e Nutcase Helmets, sponsor tecnico BikeMi con Clear Channel, gestore del servizio (www.siamonatipercamminare.it). Parte inoltre quest’anno una collaborazione con la scuola di giornalismo Walter Tobagi dell’Università degli Studi di Milano, i cui studenti realizzeranno dei video sul progetto.

Per l’edizione 2017 il claim scelto è “Giocando insieme faremo strada”. L’obiettivo è quello di proporre ai bambini, alle scuole e alla famiglie di “mettersi in gioco” per riflettere sul tema delle regole e della qualità delle relazioni che instauriamo con coloro con cui condividiamo le strade della città. E, come sempre, “Siamo nati per camminare” lo fa in modo divertente e stimolante: questa volta realizzando una sorta di gioco dell’oca con cui ogni classe potrà giocare dopo averne illustrato le caselle.

Inoltre, in una conversazione con Gherardo Colombo – che da oltre dieci anni parla nelle scuole di tutta Italia di giustizia, della relazione tra regole e persone, e di come questa relazione influisca sulla vita pratica di ciascuno di noi – è stato approfondito un tema complesso come quello delle regole e il modo di proporlo ai bambini. La conversazione è disponibile sul sito www.siamonatipercamminare.it

In classe i bambini saranno invitati a registrare su un tabellone appeso in ciascuna aula la modalità scelta per raggiungere la scuola. Muoversi in modo sostenibile fa guadagnare punti e darà loro la possibilità di vincere i numerosi premi in palio che verranno assegnati a maggio durante l’evento di premiazione.

Quest’anno verranno premiati i 5 giochi illustrati dalle classi che avranno meglio interpretato il tema.

“Regole e buone pratiche sono elementi fondamentali per una corretta condivisione dello spazio pubblico, a partire dalle strade che ogni giorno viviamo e percorriamo – dichiara Anna Scavuzzo, Assessore all’Educazione e Istruzione. E’ particolarmente importante che proprio i bambini, attraverso il gioco e l’educazione scolastica, siano i primi destinatari di questi messaggi. Siamo felici pertanto che, anche quest’anno, ‘Siamo nati per camminare’ abbia raccolto un’ampia adesione da parte delle scuole con quasi 20.000 alunni partecipanti”.

Siamo nati per camminare, ma anche per crescere nella conoscenza, nella consapevolezza e nella bellezza – afferma l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno -, e i premi di questa bellissima iniziativa si inseriscono perfettamente in questo obiettivo: oltre ai biglietti per assistere agli spettacoli del Teatro alla Scala e del Piccolo Teatro, premio per gli alunni le classi vincitrici della manifestazione, verrà infatti regalata a tutti i partecipanti l’opportunità di visitare i musei civici con un adulto al quale verrà offerto gratuitamente il biglietto d’ingresso. Un modo per accompagnare i bambini nella strada verso una partecipazione sempre più attiva della loro comunità e verso una condivisione culturale sempre più ampia”.

“Spesso sono proprio i bambini a chiedere ai genitori di andare a scuola a piedi – dichiara Marco Granelli Assessore a Mobilità e Ambiente – e sono felice che iniziative come questa assecondino e stimolino il desiderio di appropriarsi di una città che si muove più lentamente, al ritmo dei nostri giovani cittadini. Come amministrazione stiamo lavorando da tempo per rendere le strade sempre più sicure e meno congestionate a misura di pedoni e ciclisti”.

Crediamo fortemente nelle nuove generazioni, nel loro impegno a rispettare l’ambiente che ci circonda e nella loro capacità di condividere le esperienze, anche quelle più semplici come il percorso casa-scuola. Fondazione Cariplo ha destinato al settore Ambiente in questi primi 25 anni di vita oltre 145 milioni di euro in parte destinati proprio a progetti di educazione alla Mobilità sostenibile”, afferma Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo. “Siamo infatti convinti che la sensibilizzazione alle tematiche ambientali e il semplice rispetto dell’educazione civica potranno offrire ai ragazzi un futuro migliore”.

I premi. Saranno tanti i premi attribuiti ai vincitori in occasione della premiazione finale di maggio. Grazie al rinnovato accordo con il Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, come avvenuto negli ultimi due anni, i bambini delle classi vincitrici avranno la possibilità di assistere gratuitamente ad alcuni degli spettacoli per ragazzi più belli della stagione del Teatro alla Scala e Piccolo teatro. E potranno inoltre orgogliosamente far entrare gratuitamente ad uno dei Musei Civici di Milano l’adulto che li accompagna (le modalità sono indicate sul sito www.siamonatipercamminare.it).

Tra i premi previsti vi saranno anche 40 abbonamenti gratuiti annuali offerti da BikeMi con Clear Channel, sempre al nostro fianco e, ancor meglio, dopo l’introduzione del servizio per i più piccoli con il BikeMi Junior. Tern, azienda specializzata in biciclette pieghevoli e soluzioni per la mobilità urbana, omaggerà con i simpatici caschi Nutcase la classe che avrà utilizzato di più in percentuale la bicicletta per raggiungere la scuola.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore