“Nessun inceneritore a Cassano, basta infangare la città”

accam

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del sindaco di Cassano Magnago Nicola Poliseno, che smentisce voci e messaggi – diffusi sui social network – su un ipotetico inceneritore. È una ipotesi che ha allarmato più di una persona, anche perché l’eventualità era già stata prospettara a inizio anni Novanta: anche sull’onda della mobilitazione di allora Cassano è divenuto uno dei Comuni con la più alta percentuale di raccolta differenziata in Lombardia (qui gli ultimi dati)

(nella foto: le ciminiere dell’inceneritore Accam di Borsano di Busto Arsizio)

 

Dopo essere stato avvisato da alcuni cittadini cassanesi avvicinati da “particolari personaggi” o che hanno ricevuto messaggi sms, whatsapp e facebook, indicanti la possibilità di costruzione di un inceneritore sul territorio del Comune di Cassano Magnago o comuni limitrofi, informo ufficialmente tutta la Città che si tratta di notizie totalmente false e ingiuriose, volte a confondere i cittadini, spaventarli e con il solo fine di alimentare sterili polemiche per screditare l’istituzione comunale e l’amministrazione comunale.
Come avevo già annunciato in un’assemblea pubblica nel mese di luglio scorso e nell’ultimo consiglio comunale di dicembre (ricevendo anche il plauso di tutti i gruppi consigliari di maggioranza e di minoranza), proprio per chiarire alcune voci “da bar” che già allora stavano girando in Città; ribadisco che Cassano Magnago non è disponibile a ricevere proposte sul proprio territorio o sostenere proposte di territori limitrofi, garantendo battaglia contro chiunque avesse intenzione di costruire un inceneritore.
Sono costretto nuovamente, dopo questo ulteriore tentativo di infangare l’immagine della Città (pensate ad esempio alle svalutazioni degli immobili delle famiglie) e la mia personale, come rappresentante dell’amministrazione e come uomo, a rimarcare con fermezza e con la massima determinazione che queste notizie sono completamente false e che avranno, come conseguenza immediata, una querela con una pesante richiesta di risarcimento danni a favore della Città. Ho dato mandato ai legali del Comune di procedere in tal senso.
Mi sembra chiaro ormai che, dietro questo tentativo becero di divulgare notizie false, ci sia una chiara volontà di “qualcuno” di iniziare una campagna elettorale volta ad accaparrarsi qualche voto, cavalcando la paura per la tutela della salute umana.
Sottolineo inoltre che la Città di Cassano Magnago è la Città nella quale viviamo con le nostre Famiglie ed i nostri Figli, ed è inoltre la Città che abbiamo l’onore e l’orgoglio di amministrare al fine di migliorarla. Trovo inoltre bizzarro pensare che, un’amministrazione che sta terminando il suo mandato possa acconsentire a idee progettuali su inceneritori.
Oltretutto, per chi non lo sapesse ancora, Regione Lombardia ha vietato l’apertura e l’avvio di nuovi inceneritori. Quindi gli amministratori che avessero l’intenzione di aprirsi a tale argomento, saprebbero già in partenza che è una strada non percorribile.
La realtà di Cassano Magnago, leader da anni nella raccolta differenziata, sta promuovendo una campagna di “Città a rifiuto zero”, investendo in educazione e cultura della raccolta differenziata che tenda nel tempo ad azzerare il rifiuto non recuperabile.
Pertanto, e aggiungo “grazie a Dio”, un inceneritore nella nostra Città sarebbe già fallito nel giro di un mese perché non avrebbe materia prima, così come sta avvenendo per altri inceneritori presenti sul territorio nazionale.
Sono nato nel 1978 e vivo da sempre a Cassano Magnago. Faccio parte di quella generazione di ragazzi che, in giovane età (quando frequentavo le scuole medie), guardava con ammirazione chi all’inizio degli anni novanta intraprese e vinse una dura battaglia contro l’inceneritore in Città. Sono passati 25 anni, ma ho ancora impresso il valore di quella battaglia che ha fatto parte ed ha contribuito alla formazione della coscienza civica del sottoscritto.
Avviso i “fabbricatori professionisti di notizie false” che non mi stancherò di ribadire tali concetti fino al mio ultimo giorno di mandato. Le bugie hanno le gambe corte…

f.to Il Sindaco
Dott. Nicola Poliseno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore