Ospedale unico, giovedì nuovo incontro in Regione

Dopo la decisione di Maroni di portare la nuova struttura in territorio bustocco, i due Comuni tornano intorno al tavolo regionale

nuovo ospedale unico busto arsizio area beata giuliana

Gallarate e Busto tornano al tavolo della Regione per discutere del futuro ospedale unico da realizzare tra le due città.

La nuova seduta del “Comitato di pilotaggio” (così si chiama l’organo politico e tecnico che affronta la questione) è fissata per la mattinata di giovedì 16 marzo e dovrà riprendere la discussione dopo che il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni – due settimane fa – ha rotto gli indugi annunciando l’intenzione di realizzare il nuovo ospedale in località Beata Giuliana-Cascina dei Poveri, estremo lembo Nord della città di Busto, poco distante dalla superstrada 336 e dal Sempione.

Al Comitato partecipano l’assessore al welfare Giulio Gallera, il direttore generale del welfare Giovanni Daverio, i sindaci Emanuele Antonelli (insieme all’assessore all’urbanistica Isabella Tovaglieri) e Andrea Cassani (che sarà accompagnato dall’assessore all’urbanistica Orietta Liccati), la dirigente dell’ATS Insubria Paola Lattuada, il direttore dell’Asst Valle Olona Giuseppe Brazzoli, il dirigente Marco Cozzoli.

Nel frattempo prosegue anche la mobilitazione di chi – al contrario – si oppone alla prospettiva del nuovo ospedale unico: sia a Busto che a Gallarate continuano la raccolta firme (300 nell’ultimo weekend) e le iniziative informative portate avanti dal multiforme Comitato per la Salute del Varesotto, che riunisce forze politiche, sindacali e associative.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore