“Ospedale unico, servono certezze sul destino dell’attuale ospedale”

È uno dei punti sottolineati dalla presa di posizione di Libertà per Gallarate, una delle forze del centrodestra al governo a Gallarate

ospedale di gallarate

Riceviamo e integralmente pubblichiamo il comunicato firmato da Luigi Fichera,consigliere comunale del gruppo Libertà per Gallarate, che fa parte della maggioranza che sostiene il sindaco Andrea Cassani

 

Libertà per Gallarate a seguito della scelta di Regione Lombardia di realizzare il nuovo Polo Ospedaliero Unico di Gallarate-Busto Arsizio ritiene indispensabile attivare, partendo dal Governo della Città, tutte le necessarie attività, istituzionali, politiche e amministrative per capire che futuro attende i cittadini gallaratesi.

L’argomento è di vitale importanza per i gallaratesi e per la città, non si tratta di una posizione campanilistica, bensì la volontà di assicurare a Gallarate che nel percorso che porterà, chi occupa posizioni decisionali e di vertice, alle scelte sul futuro della sanità del nostro territorio, queste non solo abbiano ovviamente una valenza positiva per la cittadinanza, ma vogliamo che Gallarate sia protagonista di queste percorso e delle scelte conseguenti.

A nostro parere ci sono delle precondizioni che vanno rispettate affinché quest’opera possa vedere la luce e sono:

– Creare un ospedale unico nell’ottica non di una mera sommatoria di servizi già esistenti, bensì in quella di offrire un innalzamento sì quantitativo (più posti letto), ma soprattutto qualitativo, mettendo insieme le eccellenze già esistenti e sviluppandone di nuove grazie alla forza dell’unione. Che la struttura sia esteticamente più bella va bene, ma a noi interessa il contenuto.

– Conoscere subito il futuro per gli immobili dell’attuale ospedale. Non vorremo una progetto che lasci ai posteri il compito di trovare una soluzione. A Gallarate non possiamo permetterci in centro città un’area di queste dimensioni senza una funzione.

– Un monitoraggio costante nella fase di transizione che assicuri all’ospedale di Gallarate, fino a quando non ci sarà il nuovo polo, di non vivere una fase di disarmo che si traduca in un “abbandono”, e soprattutto in un meccanismo di mancati investimenti che si tramuterebbero in un ritardo di competitività di tre o quattro anni; i servizi devono proseguire all’insegna della massima efficienza.

Lunedì ci sarà l’incontro del Sindaco e di tutta la giunta con il presidente Maroni, sarà sicuramente un momento di confronto dove le risposte alle nostre domande potranno trovare le prime significative risposte.

Come Libertà per Gallarate vogliamo che il nuovo polo ospedaliero non sia solo un risparmio gestionale ma abbia più reparti e specializzazioni e più posti letto. Alla salute non possiamo rinunciare per fare cassa.

Vogliamo che gli immobili del nostro ospedale non vengono abbandonati ma possano avere per il futuro funzioni tipo:

– Scuola per infermieri

– Polo per i post-acuti

– Residenza sanitaria assistita

– Centro di riabilitazione

E’ intenzione di LPG organizzare a breve un incontro aperto ai cittadini di Gallarate per parlare di questi temi.

Luigi Fichera

Direttivo di Libertà per Gallarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Foto

“Ospedale unico, servono certezze sul destino dell’attuale ospedale” 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.