Parco ex-Ila, ogni albero avrà un nome e una storia

Il patrimonio arboreo del vasto parco che si estende sui colli di Sant'Erasmo sarà valorizzato, tramite qr code, dagli studenti dell'istituto agrario Mendel di Villa Cortese

parco ex-Ila

Amministrazione comunale di Legnano e Istituto Agrario “Mendel” di Villa Cortese insieme per valorizzare il parco ex Ila. E’ stato raggiunto nei giorni scorsi un accordo di collaborazione che prevede il coinvolgimento di una classe quarta della scuola per identificare, classificare e organizzare il ricco patrimonio arboreo dell’importante oasi verdi di via Colli di Sant’Erasmo.

Il progetto, denominato “Chiamiamoli per nome”, si basa sull’utilizzo di codici QR che saranno riportati su alcune paline poste nelle vicinanze degli alberi in modo da permettere ai visitatori di poter avere tutte le notizie principali. Le paline riporteranno anche alcune informazioni basilari che potranno essere ampliate tramite il supporto tecnologico, largamente presente sugli smartphone oggi in circolazione. L’intervento sarà effettuato sotto l’attenta guida di alcuni docenti dell’istituto guidato dalla dirigente prof. Marisa Fiorellino.

La proposta ha raccolto l’entusiastica adesione dell’Amministrazione comunale e delle associazioni presenti nel parco in quanto rappresenta un valido esempio di collaborazione tra scuole ed enti pubblici del territorio. Il patrimonio arboreo del parco è una ricchezza per la città in quanto al suo interno si trova un’importante varietà di alberi alcuni dei quali centenari. Da qualche mese è entrato a far parte della Rete dei Giardini Storici (ReGiS) che raccoglie i più bei parchi d’Italia, tra cui quello della Villa Reale di Monza e di Villa Litta di Lainate.

I parchi e i giardini storici sono pubblici e spesso vengono scambiati per semplici aree di verde pubblico, con il rischio di non comprendere il loro giusto valore culturale e storico. Grazie alla Fondazione Cariplo, che ha finanziato il progetto “Valorizzare il patrimonio dei giardini storici lombardi”, che coinvolge diversi partner e professionisti, tra cui il Politecnico Milano, è stato possibile ricostruire la storia dell’ex Ila recuperando documenti e cartografie, mettendo a confronto come era in passato e come è oggi.

Sono stati poi realizzati interventi di manutenzione e definite linee guida per quanto riguarda sia gli eventi sia gli interventi più strutturali. Il patrimonio boschivo del parco è oggi sotto controllo, salvaguardato e curato, mentre deve ancora essere avviato un progetto per il recupero degli ex padiglioni adibiti a solarium che potrebbero diventare spazi per accogliere eventi culturali. I legnanesi avranno la possibilità di visitare l’ex Ila nelle domeniche 19 e 26 marzo e 1 aprile 2017, con passeggiate guidate che partiranno alle ore 10, 10.45, 14.45 e 15.30.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.