Pulizia nel Parco del Lura, sopralluogo del Comune

Un sopralluogo al Parco del Lura per prendere visione dei lavori di miglioria che si stanno effettuando in questi giorni

Parco del Lura
foto del saronnese che non vanno in nessuna categoria

Un sopralluogo al Parco del Lura per prendere visione dei lavori di miglioria che si stanno effettuando in questi giorni. Il sindaco Alessandro Fagioli, l’assessore all’ambiente Gianpietro Guaglianone e il consigliere comunale e presidente della commissione ambiente Carlo Pescatori hanno incontrato sul posto il direttore dei lavori per fare il punto della situazione.

«È importante per noi capire cosa si stia facendo – afferma il sindaco Alessandro Fagioli – e devo dire che grande è l’impegno per migliorare questa struttura che è sicuramente un fiore all’occhiello della nostra comunità”. Il primo cittadino ha anche avuto modo di incontrare e parlare con diversi frequentatori del parco, che gli hanno sottoposto alcune osservazioni: “E’ essenziale conoscere il punto di vista di chi è spesso a contatto con questa realtà, i loro suggerimenti sono molto importanti per fare in modo che il parco sia sempre più fruibile dai cittadini. E ho potuto constatare l’importanza del lavoro che si sta svolgendo in questo periodo, che ha dato un nuovo volto ad alcune zone specifiche”. Non solo: “Ci sono anche alcune aree di proprietà del comune che potremmo sfruttare nel prossimo futuro: abbiamo già qualche idea in merito, nei prossimi mesi vedremo di farle diventare realtà».

L’assessore Gianpietro Guaglianone sottolinea come «si sono dovuti eliminare diversi alberi ammalorati, che rappresentavano un rischio sia per i frequentatori del parco che per l’ecosistema dell’area. Si sta facendo un ottimo lavoro anche perché le piante tagliate sono state sostituite con specie autoctone che contribuiranno a dare nuova linfa alle aree interessate dagli interventi».

Presente come detto anche il presidente della commissione ambiente: «Si sta procedendo speditamente – afferma Carlo Pescatori – e con il giusto metodo. Si trattava di lavori necessari per rendere migliore e più sicuro il Parco». «Sono molto contento per quanto si sta facendo – commenta invece Matteo Sinelli, membro del CdA del Consorzio Parco Lura – un evidente ritorno degli investimenti fatti dal Comune di Saronno per questa realtà».

Gli interventi di miglioria forestale si concentrano sui due boschi denominati “Bosco compensazione” (situato ad Est del “pratone”, adiacente all'”area pic-nic”) e “Bosco fluviale” (che si sviluppa a ridosso della riva sinistra del Lura, dal ponte di via Marx fino al confine comunale con Rovello Porro e si estende su una fascia stretta che solo per piccoli tratti è più larga di 20 -30 metri). Gran parte delle Robinie sono colpite dal deperimento e appaiono intristite, con chioma diradata o in parte disseccata, altre sono completamente morte. Anche il gruppo di Salici piangenti non era ben messo; alcuni alberi sono completamente morti, altri con chioma diradata ed in parte secca, altri ancora si sono stortati oppure si sono sollevate le radici e si sono “appoggiati” sulle piante vicine. La miglioria forestale è consistita nel taglio di tutti i soggetti di Robinia morti, deperiti, pericolanti o con tare di vario tipo e di tutti i soggetti di Ciliegio tardivo. Sono state messe a dimora piantine forestali appartenenti a specie tipiche locali. L’intervento prevede la piantumazione di circa 500 specie autoctone e 560 talee di Salice di diverse tipologie.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.