Singolare femminile: la danza per superare la malattia

Venerdì 10 marzo al teatro Santuccio, spettacolo della compagnia "C'est la vie qui danse", nata in ospedale grazie alla danzaterapia

danzaterapia

Donne colpite da tumore al seno che attraverso la danza raccontano il vissuto con la malattia.

Il gruppo denominato “C’est la vie qui danse” è nato da un progetto riabilitativo di danzaterapia della S.C. Oncologia dell’Ospedale di Circolo di Varese.

Venerdì 10 marzo, al teatro Santuccio di Varese, le danzatrici presenteranno “Singolare Femminile”, l’ultimo lavoro rappresentato per la prima volta il 15 maggio 2016 nella Hall dell’Ospedale di Circolo di Varese.

Le partecipanti del progetto “Cest la vie qui danse” non sono artiste professioniste, ma sono artiste nell’affrontare la malattia e l’arte prima di tutto: creatività nel trasformare.

La serata, che avrà inizio alle ore 20.30 proseguirà con le testimonianze su percorsi, esperienze della protagoniste che si confronteranno con il pubblico.

Saranno presenti la dottoressa Graziella Pinotti, direttore del reparto di oncologia dell’ospedale di Varese e la dottoressa Linda Bascialla responsabile del progetto di danzaterapia per le donne operate di tumore al seno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore