Attacco al Parlamento di Londra, 4 morti e decine di feriti

Nella sparatoria è morto anche l'attentatore, ucciso dalla Polizia. Durante la notte perquisizioni a Birmingham

attentato londra

Un attacco al Parlamento di Londra nel primo pomeriggio di mercoledì 22 marzo ha causato la morte di quattro persone: una donna, l’attentatore, un agente di polizia e una quarta persona di cui non sono ancora note le generalità. Secondo Scotland Yard si tratta di terrorismo.

Erano le 16, ora italiana, quando un Suv ha travolto la folla sul ponte di Westminster per poi schiantarsi contro il cancello del Parlamento di Londra. La polizia ha inizialmente trattato la cosa come un semplice incidente, dopodiché c’è stata una sparatoria. L’assalitore è infatti sceso dal veicolo armato di coltello, ha ferito a morte un agente ed è poi stato ucciso dagli altri poliziotti intervenuti.

NELLA NOTTE – Secondo quanto riporta il Corriere della Sera nel corso della notte, “decine di poliziotti armati hanno compiuto una perquisizione in un’abitazione a Birmingham, isolando parte della città per circa tre ore. Decine di agenti sono stati visti fare irruzione in un edificio”.
Secondo la Bbc, il veicolo utilizzato nell’attacco potrebbe essere stato affittato nella zona. La polizia ha confermato in un breve comunicato, senza dare dettagli, che c’era un’operazione in corso, ma Scotland Yard non ha confermato legami con l’attacco al Parlamento.
Secondo diversi media britannici l’attentatore sarebbe Trevor Brooks, noto come Abu Izzadeen. L’uomo, imam di Clapton è considerato un “predicatore d’odio” ed era noto all’intelligence britannica sin dal 2006 ma nel 2015 aveva fatto perdere le proprie tracce. Brooks, di origini giamaicane, è nato nell’East London”.

Sono almeno 20 i feriti, investiti dalla folle corsa dell’auto tra i passanti. Le condizioni di alcuni di loro sono definite critiche dalle fonti sanitarie. Tra le persone colpite è rimasta lievemente ferita anche una ragazza bolognese di 28 anni.

Al momento degli spari, era in corso seduta camera dei Lord, che è stata subito sospesa. Il parlamento è rimasto sigillato per ore. All’interno del palazzo anche la Premier inglese Theresa May che è stata portata in un posto sicuro.

Ecco la diretta della BBC dal Parlamento di Londra nei momenti successivi all’attentato

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore