“Tanto rumore per 150 posti auto”

Il sindaco Davide Galimberti spiega le prossime mosse della giunta: le tariffe della sosta saranno fissate così

davide galimberti

“Il costo del parcheggio a Varese aumenterà solo in 150 postazioni, e peraltro solamente di pochi centesimi. È da questa realtà che bisogna partire, per analizzare l’aspetto tariffario del nuovo piano della sosta”.

Il sindaco Galimberti fa qualche precisazione sull’argomento del giorno, la nuova organizzazione dei parcheggi. “Si tratta di un provvedimento che cambierà radicalmente la città, e solo una piccola fetta di stalli é interessata alla questione dei costi. Il piano affronta in maniera decisa la mobilità di tutti cittadini, nella nostra città, per la prima volta dopo tanti anni”.

E’ una mattinata di lavoro, a Palazzo Estense, per il sindaco Davide Galimberti e l’assessore Andrea Civati, dopo la riunione di commissione in cui hanno affrontato il delicato scoglio del nuovo piano della sosta.
Il sindaco tuttavia già ieri sera in commissione batteva il tasto su questo aspetto numerico che riconduce gli aumenti solo a una piccola percentuale dei 1600 posti disponibili nel centro cittadino. Non aumentano nemmeno i costi dei parcheggi in struttura.

La confusione è derivata dal fatto che, per legge, la giunta comunale ha dovuto esporre una forchetta tariffaria in cui si indicava il costo minimo e il costo massimo orario della sosta per il cittadino.

“È vero che fornire delle cifre con un range di minimi e massimi può indurre in errore – spiega l’assessore Civati – ma la sostanza è che l’aumento sarà solo e unicamente in quei 150 posti a ridosso del centro di piazza Montegrappa e cioè nella fascia azzurra“.

La fascia azzurra è una delle quattro zone in cui verrà suddiviso, a partire da luglio, il centro cittadino. E azzurro è il colore della sosta più costosa.

Il sindaco Galimberti, questa mattina, spiega che tutte le altre fasce manterranno gli stessi costi o porteranno la tariffa a costi addirittura inferiori per il cittadino. Prendiamo, ad esempio, la fascia verde: secondo quanto spiega Galimberti, in questa seconda zona, i costi rimarranno identici a quelli attuali.

Nella terza fascia, quella blu, si configurerà una situazione a sua volta divisa in due: il costo della sosta oraria, alla mattina, sarà identico a oggi, mentre il costo pomeridiano sarà inferiore rispetto a quello odierno.

Nell’ultima fascia, quella rossa, la più lontana dal centro di piazza Montegrappa, il costo orario sarà inferiore rispetto a quello odierno.

Ieri in commissione la giunta comunale ha confermato che prevede di incassare 1 milione e mezzo di euro in più rispetto ad oggi. La cifra deriverà dalla maggiore rotazione ma anche dalla fine della sosta selvaggia.

Tuttavia è probabile che una parte dell’introito sarà dovuto nondimeno alla fine della sosta gratuita in diverse vie del centro con l’eliminazione degli stalli bianchi, un tema che sta molto a cuore a chi lavora a Varese e che é stato, in questi giorni, fonte di malumore da parte di diversi cittadini.

L’aumento in 150 postazioni é un dato che non è contenuto dei documenti: dunque è una vera e propria dichiarazione politica da parte del sindaco Galimberti che, se ha deciso di fornirci questa cifra, lo ha fatto sulla base di una decisione sull’applicazione tariffaria del piano che evidentemente è ormai questa.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.