“Teddy Bear”, un progetto per far diminuire l’ansia dell’ospedale

Iniziativa in programma il 18 marzo e organizzata dal Rotary con la Croce rossa: ogni bambino "sano" si prenderà cura del proprio peluche

Teddy Bear

“Teddy Bear”, è il nome dell’evento organizzato dal Rotary Club Saronno, in collaborazione con il Rotaract Saronno e la Croce Rossa Italiana. L’appuntamento è in programma per il 18 marzo alle 11. «Il progetto, nato da un’idea congiunta delle associazioni EMSA (European Medical Students’ Association) e IFMSA (International Federation of Medical Students’ Association) ha lo scopo di far familiarizzare i bambini sani con l’ambiente ospedaliero così da ridurre i loro livelli di ansia e di stress – spiegano gli organizzatori -. Il terrore del medico e della puntura, fanno vivere ai bambini nel peggiore dei modi un normale e tranquillo momento di controllo e prevenzione. Moltissimi, tra medici e psicologi, hanno studiato metodi e sistemi per ridurre il più possibile, in particolare tra i più piccoli, queste paure e queste ansie».

Il progetto “Teddy Bear Hospital” nasce con questo obiettivo: si dona ai bambini sani un orsetto di peluche e si dice loro che il nuovo amico di pezza è ammalato. Con l’aiuto dei medici, tra prelievi e visite, gli orsetti-pazienti, grazie anche all’intervento dei bambini, vengono guariti. «La giornata del 18 marzo vedrà quindi come protagonisti i bambini che, con l’ausilio dei rotaractiani e delle Crocerossine di Saronno, cureranno i loro piccoli pazienti-peluche accedendo all’ambulanza messa a disposizione della Croce Rossa Italiana e che sarà presente in loco. E per i genitori, invece, saranno presenti medici, per parlare di audiologia, ipertensione e rispondere alle domande che vorrete porre».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore