Un progetto per ridare speranza ai giovani di Accumuli ed Amatrice

Oltre 20 associazioni del territorio unite per dare sostegno alle popolazioni del centro Italia colpite dagli eventi sismici. Nascerà una nuova struttura punto di riferimento per le nuove generazioni

Avarie

Oltre venti associazioni del territorio unite per aiutare. Un viaggio in Italia Centrale per vedere coi propri occhi quale sia ancora oggi la situazione dopo i diversi eventi sismici che hanno messo in ginocchio l’Italia Centrale. Ma non tutto è perduto: ci sono le forze della solidarietà che fanno grande questo Paese. Un esempio lo si è avuto questa mattina (nella foto sotto) quando i rappresentanti di decine e decine di realtà di Gavirate e dintorni legate al mondo della solidarietà si sono date appuntamento per presentare una stagione di iniziative volte ad aiutare chi non ha più nulla.

Gavirate si è difatti sempre distinta per la sua sensibilità e solidarietà verso le persone colpite da eventi atmosferici eccezionali: basti ricordare la mobilitazione per il terremoto del Friuli e l’ospitalità che, grazie a numerose famiglie, si è riusciti a garantire ai bambini di Chernobyl.

Nello scorso novembre è stata lanciata una proposta di lavoro ed è stato possibile costituire un Comitato Organizzatore per coordinare le attività e la raccolta di fondi per fronteggiare l’emergenza terremoto.

A partire da aprile fino al 2 luglio ogni associazione aderente organizzerà una propria iniziativa per la raccolta fondi.

L’11 giugno per l’intera giornata, nel centro di Gavirate, sarà organizzata l’Amatriciana in Piazza, mercatini con prodotti del territorio del Centro Italia, spettacoli, tornei ecc. e chiederemo ai commercianti per quella giornata di tenere i negozi aperti.

Il 2 luglio, sempre per l’intera giornata, questa volta però all’Oratorio di Gavirate, organizzeremo una altra giornata con pranzo, tornei sportivi.

Avarie

«Abbiamo anche deciso di organizzare una lotteria con la vendita dei biglietti a partire da aprile con estrazione prevista domenica 2 luglio. I premi della lotteria verranno offerti da tutte le attività produttive, commerciali e turistiche di Gavirate a cui chiederemo di aiutarci. Nelle prossime settimane definiremo in dettaglio il programma dei tre mesi di eventi di “Gavirate per i Giovani di Accumoli ed Amatrice”», ha spiegato Gianni Lucchina coordinatore del Comitato Organizzatore.

Lo scorso 13 marzo una delegazione di Gavirate, formata da Giovanni Lucchina, Don Andrea Gariboldi, dalla Sig. Patrizia Cerini, dal Sig. Giovanni Speziani, si è recata ad Amatrice ed ha incontrato il Direttore della Caritas della Diocesi di Rieti, Don Fabrizio Borriello.

Sulla pagina di Facebook è possibile visionare le foto dell’incontro.

«Abbiamo con lui individuato e deciso dove destinare le risorse che raccoglieremo a Gavirate – continua Gianni Lucchina – . Sosterremo quindi il progetto “Casa futuro”, che prevede la realizzazione di una struttura destinata alla accoglienza, allo sport, alla cultura per i giovani di Amatrice, Accumoli e delle zone limitrofe (nella foto in apertura d’articolo, l’immobile che ospiterà questa struttura). L’obiettivo è di trattenere i giovani ad Amatrice per ridare slancio e vivibilità ad una delle zone più belle del Centro Italia. Le risorse che raccoglieremo saranno da noi consegnate direttamente ad Amatrice nelle mani della Caritas della Diocesi di Rieti; oppure sempre in accordo con la Caritas consegneremo materiali utili a tele realizzazione».
«Non ci vogliamo però fermare qui. Grazie all’impegno della Parrocchia e di numerose famiglie della comunità Pastorale, in accordo con la Caritas Rietina, stiamo verificando la possibilità di ospitare alcuni ragazzi di Accumoli ed Amatrice a vivere con noi l’esperienza dell’Oratorio estivo e del Giugno sport – ha spiegato don Andrea Gariboldi. Quindi un progetto che si sintetizza in tre parole: solidarietà, ospitalità e vicinanza. L’obiettivo non è solo quello di aiutare con una raccolta fondi, ma anche di formare giovani che possano poi sul posto rendere viva e attiva la struttura che si vuole andare a realizzare. Per questo anche in occasione della visita del Papa il prossimo 25 marzo verrà predisposta una raccolta fondi proprio a sostegno di questo progetto».

Ma quella nata a Gavirate vuole essere un’occasione che spinga altre associazioni anche di altri paesi a farsi avanti e a creare occasioni specifiche per donare: «E’ nostro vivido auspicio che il comitato organizzatore si possa ancora ampliare con l’adesione di altre realtà associative, rappresentanti delle istituzioni locali, commercianti e aziende. Ci rivolgiamo a tutti i nostri concittadini: sostenete questa importante iniziativa di solidarietà con un contributo economico oppure partecipando e contribuendo alle attività del progetto», concludono gli organizzatori.

IL COMITATO ORGANIZZATORE E’ COSI’ COMPOSTO

G. Lucchina; P. Cerini, V. Mastrorilli, F. Interdonato Consiglieri Comunali.
Amici di Fignano; Anpi Sez. Besozzo e Gavirate; Associazione Alpini Gavirate; Associazione con Andrea; Associazione Le Rughe; Associazione Terza Età Gaviratese; Atletica Gavirate; Avis Sezione di Gavirate; Banco di Solidarietà; Banda di Gavirate; Coro Valtinella; Fondazione D. Bernacchi Gerli Arioli; Associazione Cult, l’Immaginario; La Sportiva; Minibasket Play; Pallacanestro Femminile di Gavirate; Parrocchia di San Giovanni Evangelista Gavirate; Parrocchia San Michele Arcangelo Voltorre e Parrocchia SS. Vitale e Agricola Oltrona al Lago; Pro Loco di Gavirate; Scuola Primaria e Secondaria dell’Istituto Comprensivo Statale di Gavirate; C.P. Gavirate Calcio.

INFO:

gavirateperaccumoliamatrice@gmail.com
Pagina Facebook: Gavirate per i Giovani di Accumoli ed Amatrice

Le coordinate bancarie per chiunque volesse contribuire:

GAVIRATE PRO SISMA c/o Assoc. L’immaginario
 c/c n. 2017    presso Banco BPM – Agenzia di Gavirate – Via XXV Aprile
 
 IBAN :  IT67 E 05034 50250 0000 0000 2017

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 18 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore