Vagava in auto per le vie di Beata Giuliana ma doveva essere in carcere

Il 41enne è stato fermato ad un posto di blocco dei Carabinieri e dal suo passato è emersa una condanna a 4 mesi di reclusione per ricettazione e falso

carabinieri pattuglia generica notte

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri di Busto Arsizio, durante un posto di controllo nelle vie di accesso al quartiere di Beata Giuliana hanno arrestato un 41enne, italiano, nomade, senza fissa dimora. L’uomo era da solo in auto, con una vettura intestata ad un “prestanome” di Imperia.

Controllato in maniera approfondita perchè ritenuta sospetta la sua presenza in zona, nel corso delle fasi di identificazione è risultato colpito da un ordine di carcerazione emesso dal  Tribunale di Chieti poichè deve espiare una pena residua di 4 mesi di reclusione per il reato di ricettazione e falso (era stato sorpreso alla guida di un’auto rubata con assicurazione contraffatta, probabilmente utilizzata per compiere furti in abitazione).

I carabinieri stanno svolgendo alcuni ulteriori accertamenti per verificare le ragioni della sua presenza nella zona, la presenza di possibili complici e l’eventuale responsabilità nella commissione di reati nelle scorse settimane nella zona. L’uomo è stato arrestato

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.