Varese Calcio, ecco cosa sta accadendo alla società

Il riassunto delle vicende del club biancorosso dall'estate 2015 a oggi

Varese - Accademia Pavese 3-0

Sono state settimane calde per la dirigenza del Varese Calcio, con l’annuncio a sorpresa delle dimissioni del presidente Gabriele Ciavarrella, seguito dall’addio di Aldo Taddeo e Paolo Basile, fino ad arrivare alla conferenza stampa di sabato 11 febbraio con Ciavarrella che si dice disposto a rientrare.

Facciamo un passo indietro e ripercorriamo tutta la vicenda: le prime notizie che leggete sono le ultime in ordine di tempo.

LA CRISI IN CORSO

Ma il primo incontro tra i legale delle due “fazioni”, seppur, come si legge nel comunicato “in un clima di serenità”, non porta novità – LEGGI QUI

La “palla” passa nelle mani degli avvocati dei due schieramenti, che si riuniscono mercoledì 1 marzo – LEGGI QUI

Martedì 28 febbraio arriva la replica di Paolo Basile e Aldo Taddeo, con una conferenza stampa al Relais sul Lago. I due rispondono punto su punto alle accuse di Ciavarrella e Rosa. A Basile e Taddeo si aggiunge la voce di Paolo Maccecchini, che si schiera con loro – LEGGI QUI

Giovedì 23 febbraio parla di nuovo Gabriele Ciavarrella affiancato da Enzo Rosa: i due definiscono Basile e Taddeo “latitanti e millantatori” ventilando l’ombra di una cessione della maggioranza a Rosati. Nel frattempo l’accoppiata “rivale” ha assunto l’esperto avvocato Cesare Di CintioLEGGI QUI

Sabato 11 febbraio arrivano le parole in conferenza stampa di Gabriele Ciavarrella, affiancato da Enzo Rosa e l’avvocato Giuseppe ArmocidaLEGGI QUI

Che portano alle dimissioni di Taddeo e Basile nella serata di venerdì 10 febbraio – LEGGI QUI

Consiglio di amministrazione che era in calendario dopo la gara contro l’OltrepoVoghera, con un comunicato del club nel quale si spiegava che Basile e Taddeo erano al lavoro sul piano per consolidare la società – LEGGI QUI

Seguono lunghi giorni di silenzio aspettando il Consiglio di amministrazione – LEGGI QUI

Anche gli altri soci biancorossi Taddeo e Basile si dicono stupiti delle dimissioni – LEGGI QUI

La situazione si rompe il 28 gennaio, quando Gabriele Ciavarrella rassegna la dimissioni con una conferenza stampa a sorpresa – LEGGI QUI

Con la nuova avventura in Serie D la società cerca nuovi fondi per far fronte alle spese maggiori della categoria e il 17 novembre entra nel cda Aldo Taddeo con il ruolo di vicepresidenteLEGGI QUI

LE SCOSSE ESTIVE 2016

Pochi giorni dopo però arrivano i primi cambi societari: Paolo Basile diventa vicepresidente, con Galparoli che passa in secondo piano – LEGGI QUI 

varese inveruno

A inizio luglio, dopo il mancato passaggio in Lega Pro,  vengono confermate le cariche societarie, Ciavarrella parla di “forte segnale di compattezza”, e Paolo Basile entra nel Cda – LEGGI QUI

Ma la trattativa con il club piemontese sfuma, dopo la bocciatura dell’accordo già in essere tra i due club da parte del numero uno della Figc Carlo TavecchioLEGGI QUI

A giugno si tenta la fusione con lo Sporting Bellinzago, società che ha appena vinto la Serie D conquistando sul campo la Lega Pro. Il Varese passerebbe così dall’Eccellenza ai professionisti in pochi mesi – LEGGI QUI

La nuove categoria chiede investimenti superiori, si parla di un approdo dell’ex presidente della Pro Patria Pietro Vavassori, anche se non se ne fa nulla, ma c’è da definire il budget per la Serie DLEGGI QUI

LA CAVALCATA 2015/2016

I commenti per la vittoria del campionato sono unanimi – LEGGI QUI – E anche l’ambiente risponde presente con grande entusiasmo – LEGGI QUI

Tutto avanza e il Varese vince il campionato di Eccellenza, venendo promosso in Serie D – LEGGI QUIFOTO

Nell’estate 2015 il nasce il Varese Calcio dalle ceneri del Varese 1910 e Gabriele Ciavarrella diventa il nuovo presidenteLEGGI QUI

 

di
Pubblicato il 01 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.