La biblioteca intitolata al professor Edoardo Gallico

Radiologo mantovano amante della pittura e della scultura, ottenne la cittadinanza onoraria

Avarie
Foto varie

E’ programmata per domani, sabato 22 aprile, alle ore 17 l’intitolazione della Biblioteca Comunale di Cocquio Trevisago al prof. Edoardo Gallico, radiologo mantovano amante della pittura e della scultura, che già ottenne la cittadinanza onoraria e il cui nome ora sarà per sempre legato al territorio cocquiese.

La richiesta dell’intitolazione a Gallico, fortemente voluta dal sindaco Danilo Centrella, è stata accolta con favore dal Prefetto Daniele Zanzi, e l’Amministrazione Comunale si è adoperata per creare un momento ufficiale che dia il giusto valore a questo momento così sentito. Sono molte infatti le persone che ricordano il professore, che ha lavorato per tanti anni presso l’ospedale di Cittiglio: ne ricordano la profonda umanità, le doti artistiche, la grande disponibilità verso tutti.

Ecco allora che domani, alla presenza di autorità (oltre all’Amministrazione Comunale infatti ci saranno anche alcuni esponenti della Comunità Montana, dei Comuni limitrofi ma anche della Regione e della Provincia) e dei cittadini, verrà scoperta la targa di intitolazione, posta alcuni giorni fa all’interno della bilbioteca. Una biblioteca recentemente risistemata grazie all’aiuto di molti cittadini volontari, che si presenta quindi in una veste rinnovata e pronta ad accogliere le tante iniziative che il consigliere delegato alla cultura Sara Fastame ha già avviato e che, garantisce, aumenteranno ancora nella prossima stagione.

Dopo il saluto delle autorità e la benedizione da parte del parroco Don Trezzi è previsto un momento di ricordo del professore ad opera delle figlie e di chi lo ha conosciuto; seguirà la presentazione della mostra fotografica “Cocquio nel ‘900” a cura dell’Associazione Culturale Menta&Rosmarino e un breve contributo musicale ad opera della banda cocquiese, mentre i bambini saranno coinvolti da alcune attività proposte da un’animatrice a loro dedicata. Il tutto si concluderà con un aperitivo offerto dagli esercenti locali e dagli Alpini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.