L’Albizzate Valley Festival si ferma: la 15esima edizione non ci sarà

La comunicazione ufficiale è stata diffusa dall’associazione M.E.G.A. di Albizzate, il gruppo di giovani che dal 2003 organizza l’evento. "Abbiamo scelto di prenderci una pausa"

albizzate valley festival

“La notizia era nell’aria da tempo, ma volevamo essere direttamente noi, gli organizzatori delle prime quattordici edizioni dell’Albizzate Valley Festival a dirlo. Quest’anno il festival non ci sarà”.

La comunicazione ufficiale è stata diffusa dall’associazione M.E.G.A. di Albizzate, il gruppo di giovani che dal 2003 organizza l’evento cominciato come una festa della birra e diventato negli ultimi anni uno tra i festival indipendenti più importanti del nord Italia. Una dimensione importante ma anche con molte più complicazioni:

“Come nelle storie d’amore più intense che affrontano i primi problemi grandi, ci siamo presi una pausa di riflessione – spiegano i giovani di Albizzate -. La grandezza che ha raggiunto quello che, negli anni, è diventato uno dei più importanti festival indipendenti della Lombardia, ha spinto l’associazione che lo ha generato a ragionare sulla possibilità di sentire ancora tutto questo come un’espressione di un Movimento d’Espressione Giovanile Albizzatese. La decisione, sofferta, è stata irrevocabile: si ferma il Valley, ma non il Mega”.

L’Albizzate Valley Festival si ferma ma non l’associazione dunque che, anzi, apre alla possibilità di organizzare comunque qualcosa per l’estate albizzatese. Così prosegue il comunicato dell’associazione:

La notizia era nell’aria da tempo, ma volevamo essere direttamente noi, gli organizzatori delle prime quattordici edizioni dell’Albizzate Valley Festival, a dirlo: quest’anno non ci sarà la celebrazione dei primi quindici anni del tanto atteso evento albizzatese. Come nelle storie d’amore più intense che affrontano i primi problemi grandi, ci siamo presi una pausa di riflessione.

Il Mega, questo il nome che raggruppa le 200 maglie gialle che, in quelle ormai tradizionali quattro giornate di luglio, hanno sempre messo a disposizione la propria passione ed energia per creare un insieme che fosse impeccabile ed emozionante, vive oggi un ricambio generazionale che ha spinto undici soci a farsi avanti, andando a formare il nuovo consiglio direttivo. Consiglio che si è prefissato un obiettivo ben chiaro: far rinascere l’esigenza di aggregazione e di funzione per la collettività che aveva spinto i fondatori a dare vita a quell’idea che è poi convogliata in ciò che per tutti è, semplicemente, l’Avf. Ovvero, uno dei più importanti festival indipendenti della Lombardia, portando in un piccolo Comune di provincia artisti internazionali del calibro dei Subsonica, Nero, Infected Mushroom, Modestep, Roy Paci e tanti altri.

Insomma, da un lato la necessità di ricostruire il legame col territorio – dedicando nuovo tempo ed energie a progetti culturali, come i cineforum, mostre e iniziative di sensibilizzazione nelle scuole – e dall’altra la voglia e l’impegno nel continuare a far ballare i tanti affezionati alla nostra associazione. Con gli eventi che, durante l’anno, organizziamo in collaborazione con altre realtà del territorio: il The Family, per rimanere nei nostri confini, o il Fabrique a Milano, per ricordare soltanto l’ultimo concerto fatto, lo scorso anno, con gli Infected Mushroom. Per questo l’associazione albizzatese è già al lavoro su un nuovo, entusiasmante progetto che vedrà luce presto: il 7,8 e 9 luglio, nell’ormai tradizionale location del campo sportivo di via Vittorio Veneto ad Albizzate.  Cambierà il nome, cambieranno gli schemi, ma rimarrà immutata il desiderio – e in qualche modo anche un po’ l’ambizione – di renderci e rendervi orgogliosi di aver dato vita a qualcosa di avvincente e il più possibile unico nel suo genere. Perseguendo sempre quei valori e quegli obbiettivi di aggregazione giovanile che hanno ispirato la nascita, ormai quindici anni fa, del M.E.G.A., rendendolo un polo attrattore di tanti ragazzi e ragazzi da tutta la provincia. Come sempre, con una promessa: anche quest’anno, riusciremo a stupirvi.

 

I NUMERI DELL’AVF

Albizzate Valley Festival è un festival indipendente che, nel Comune di Albizzate (che conta oggi circa 5000 abitanti), ha raggiunto numeri da grande evento: 20 mila spettatori in quattro giorni, provenienti da tutta Italia e dall’estero (come risulta dai dati dei biglietti venduti in prevendita online), e circa 200 soci volontari a cui si sommano le numerose associazioni coinvolte nella realizzazione del progetto e delle attività in cui si articola: concerti musicali, tornei sportivi, mostre, esposizioni di prodotti di artigianato locale, arte di strada, ecc.

Oltre ad offrire una proposta culturale unica nel suo genere, a partire dalla line up dei concerti, l’AVF ha prodotto anche benefici concreti sul territorio, riversando ogni anno parte degli utili per progetti o interventi sulla o per la popolazione e arrivando a distribuire oltre 100 mila euro in 14 anni. Senza contare il concerto ad ingresso gratuito del 10 Luglio 2016: un gesto che ha voluto ribadire l’impegno dell’associazione nel creare un Festival che fosse unico, ed allo stesso tempo alla portata di tutti.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.