Approvati bilancio e PGT: ora Bardello pensa alle elezioni

Con l'ultimo consiglio comunale in cui sono stati approvati il bilancio consuntivo e il PGT, si conclude l'attività della giunta e si apre la campagna in vista del voto dell'11 giugno

consiglio comunale di bardello
incrocio viale ticino gavirate

Con l’approvazione della variazione al bilancio consuntivo e del PGT si è conclusa l’attività amministrativa della giunta di Bardello. Ormai “orfana” del sindaco Egidio Calvi che si era dimesso per motivi di salute, la maggioranza, diretta dal vicesindaco Luciano Puggioni, ha completato l’attività ordinaria ed è entrata nei giorni di ordinaria amministrazione. L’11 giugno ci saranno le elezioni amministrative che porteranno a un nuovo capitolo della storia del paese.

Nell’ultima votazione, i tre consiglieri di minoranza e i due consiglieri di maggioranza “dissidenti” si sono astenuti sul consuntivo e così i 5 voti favorevoli sono stati sufficienti per l’approvazione. La variazione di bilancio per spendere l’avanzo di bilancio 2016 per la ristrutturazione dei servizi igienici della scuola primaria è stata votata all’unanimità. L’adozione del PGT è stata approvata con 6 voti favorevoli (Puggioni, Consagra, Rossi, Lamantia, Ossola, Bracale) e 4 astenuti.  

Al termine del consiglio comunale, il Vicesindaco, Luciano Puggioni, ha voluto precisare che l’affermazione del Capogruppo di minoranza inserita nell’interpellanza dello scorso consiglio comunale (che aveva definito la questione dei bagni della scuola un “bluff elettorale”) è assolutamente falsa e sconcertante: « Che i bagni della scuola necessitassero di una ristrutturazione è fatto risaputo. Ce la metteremo tutta per realizzarli e siamo contenti che i consiglieri d’opposizione abbiano rivisto la propria posizione e abbiano deciso di modificare il loro voto. Ci chiediamo se il voto favorevole di oggi, esattamente l’opposto di quello del 29 marzo sullo stesso argomento, sia frutto di una maggiore comprensione del problema dei bagni da parte della minoranza o un mero calcolo, volto a recuperare consensi, visto l’approssimarsi della scadenza elettorale».

I veleni di Bardello, dunque, sono riemersi a conclusione del mandato amministrativo: la maggioranza accusa l’opposizione di aver bocciato in prima battuta il bilancio di previsione per cercare di colpire la maggioranza: « di fatto invece pugnalando alle spalle tutti i Cittadini di Bardello – commenta Puggioni – e rischiando di mettere in ginocchio, con il commissariamento, l’intero paese. Dichiarando, inoltre, di non sapere quali potessero essere le conseguenze di un bilancio non approvato, tali Consiglieri hanno dimostrato o malafede o completa e colpevole ignoranza delle basilari conoscenze che tale ruolo necessita per essere ricoperto. Rendendosi poi conto di avere tutto il paese contro, hanno prima ricattato la maggioranza e poi votato l’approvazione del bilancio nel Consiglio comunale imposto dal Prefetto, per rimediare alla sciagurata decisione del primo Consiglio».

Salvatore Bracale, ex vicesindaco dimessosi polemicamente con la maggioranza, ha commentato la sua posizione: « Come sempre ho votato in coscienza e con senso di responsabilità e devo riconoscere che ciò è avvenuto, anche se con motivazioni diverse, anche da parte della consigliera di maggioranza Laura Manfredi e da parte dei tre consiglieri di minoranza del Gruppo UNITI per Bardello , Paola Quintè , Damiano Cecchinato e Tommaso Morrone. Dalle ore 12:00 sono tornato ad essere un “semplice”cittadino di Bardello, ho voluto concludere questa esperienza “politica” iniziata a Maggio 2014 votando a favore per l’approvazione dell’adozione alla variante al PGT per coerenza e responsabilità dal momento che l’avevo già anticipato nel corso del Consiglio Comunale del 26 Aprile e perché era stata tra le prime mie iniziative appena nominato Assessore all’Urbanistica nonché Vice Sindaco a Giugno 2014. Ho concluso il mio percorso rivolgendomi al vice sindaco e ai tre componenti l’opposizione, ho fatto appello affinché chiunque vinca le prossime elezioni informi e coinvolga con CHIAREZZA , tutti i cittadini di Bardello (in particolare i residenti di via Pascoli e via Verdi) sulle oggettive e reali ricadute che si avranno sulla viabilità con l’approvazione del PGT previsto a settembre 2017».

Torna dunque la viabilità al centro della polemica di Bardello e che potrebbe caratterizzare anche la prossima tornata elettorale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.