Asse dell’eroina tra Saronno e Bolzano, sequestrati 4 kg di “caramellata”

In pochi giorni due grossi sequestri di droga nella città altoatesina. I carichi provenivano entrambi da Saronno, così come i due arrestati dalla Polizia

panetto eroina san vittore olona

C’è un asse dell’eroina tra Saronno e Bolzano. Venerdì scorso era stato arrestato il 49enne Giuseppe Limardo, residente a Saronno ma di origini calabresi, con 1,5 kg di eroina, al casello di Bolzano nord. Ieri è toccato a Igli Lako, 36enne albanese sempre residente a Saronno, che nascondeva 2 kg di eroina “caramellata” in via Venezia.

Lako è collegato a Limardo da un precedente controllo effettuato mentre viaggiava su un’auto intestata al 49enne ma agli inquirenti ha detto i non conoscerlo. I militari della Polizia altoatesina hanno dichiarato che il quantitativo di droga pesante sequestrato in queste due operazioni è paragonabile a quello che viene normalmente sequestrato, in quelle zone, in tre anni.

Un ritorno preoccupante, quello dell’eroina, che non viene più iniettata come in passato ma sniffata. Il capo della squadra mobile di Bolzano Giuseppe Tricarico commenta così:«Queste nuove varietà, però, sono pensate anche per l’inalazione e hanno ripreso subito piede».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.