Bella ciao, Varese. Torna la Festa de L’unità

Dal 2 giugno al 27 agosto, ogni venerdì, sabato e domenica a partire dalle ore 18, l’area feste della Schiranna tornerà ad animarsi con dibattiti, concerti, presentazioni di libri e stand gastronomici

«Il mondo è cambiato e cambia anche la Festa de L’Unità. Per noi è come un nuovo inizio». La considerazione di Bassano Falchi che da anni coordina l’organizzazione della festa del Partito Democratico alla Schiranna è una premessa doverosa per un appuntamento che per la città di Varese, e non solo, è diventato un vero rito estivo. Un cambiamento che non dimentica i valori di fondo e la storia, a partire dalla Liberazione, un’attenzione ribadita nello slogan stampigliato sulle magliette gialle dei 250 volontari: “1945-2015 – Bella ciao, Varese!”. Quindi dal 2 giugno al 27 agosto , ogni venerdì, sabato e domenica a partire dalle ore 18, l’area feste della Schiranna tornerà ad animarsi con dibattiti, concerti, presentazioni di libri e stand gastronomici. Prevista anche una apertura speciale a Ferragosto (anche a pranzo). Se verranno confermati i numeri del passato, sono attese almeno 30mila persone per un totale di 16mila pasti.

DAL MEDITERRANEO ALLA SCHIRANNA
«Sono cambiati il modo di vivere e di essere, e noi cercheremo di rappresentare al meglio questa evoluzione –  continua Falchi – . La festa quindi  si caratterizza per una forte apertura verso l’esterno e  sui giovani come testimonia la presenza di diversi volontari che non appartengono al Partito Democratico». Nel team dei volontari è compreso anche un gruppo di ragazzi immigrati provenienti dall’Africa.

Festa dell'unità 2017

AVVICINARE I GIOVANI
Il riferimento ai giovani, secondo Falchi, è fondamentale per rendere attuale il dibattito politico. Se si vuole parlare alla generazione Erasmus, per esempio, non si puo’ ignorare il destino dell’Europa messo in forse dall’avanzare delle forze nazionaliste. Non è un caso dunque che i Giovani Democratici lombardi abbiano scelto la festa della Schiranna per il loro raduno ufficiale. E ancora, si parlerà di elezioni amministrative, di legge elettorale e referendum sull’autonomia della Lombardia.

LIBRI, SPORT E UNA FINALE CON SORPRESA
Alla festa sarà attiva una nuova biblioteca che ospiterà presentazioni di libri e serate culturali, dove  autori locali si confronteranno con quelli nazionali, grazie alla collaborazione degli editori Pietro Macchione, Feltrinelli e Mondadori.
Infine, dal 1 al 3 settembre, l’intero staff della festa affiancherà prima l’Anpi e il 24 settembre i campioni della Polha Varese in una giornata dal sapore prettamente sportivo. Falchi, sorride, perché è prevista anche una finale con sorpresa. «Mi hanno dato del pazzo –  conclude il responsabile – ma sabato 3 giugno sarà possibile assistere alla finale di Champions League sul maxischermo allestito per l’occasione. Prepareremo un menu particolare  (pare che siano previsti dei gnocchetti tricolore alla Del Piero, ndr) e in caso di vittoria della Juve distribuiremo birra gratis per tutti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.