Bettinelli: “Siamo in crescita. Bravi ad aver avuto pazienza”

Il tecnico biancorosso guarda già al playoff con la Caronnese: "Non aspettatevi spettacolo ma vogliamo vincere a tutti i costi". La soddisfazione di Bordin e Simonetto

Verbania - Varese 0-1

Soddisfatto, prodigo di complimenti per i suoi ma già – almeno a parole – concentrato sul prossimo impegno: Stefano Bettinelli “festeggia” così il secondo posto del Varese dopo la vittoria allo stadio “Pedroli”.

Galleria fotografica

Verbania - Varese 0-1 4 di 17

«Noi volevamo vincere la partita fin dall’inizio ma il Verbania si è chiuso molto bene. Abbiamo creato qualcosa, avuto il possesso palla dalla nostra parte e soprattutto abbiamo avuto la pazienza di aspettare fino a quando abbiamo segnato. Un segno di crescita per questa squadra, che di facile non troverà mai niente. Nel corso della partita ho cambiato qualcosa a livello di modulo, e dopo il gol potevamo fare altre due reti quindi sono contento di quanto prodotto. I cambi nella ripresa sono stati anche a salvaguardia di Viscomi e Piraccini che erano in diffida: “Visco” aveva anche fatto un fallo rischioso, ho voluto evitare altri problemi».

Il mister biancorosso evita di addentrarsi nel giudizio sui singoli (nella fattispecie, la domanda era sull’ottima prova di Simonetto): «Vecchi o giovani, hanno giocato tutti bene ma non mi soffermo sui singoli, perché ho visto 25 ragazzi meravigliosi. Se pensate che qualcuno abbia fatto qualcosa in più degli altri, è perché i compagni lo hanno messo in condizione di farlo. Questo vale anche per Bordin che è un ottimo portiere che è solo penalizzato dalla regola degli under: senza Pissardo l’ho schierato senza incertezze e oggi è stato preciso. Idem per Bonanni? Talvolta lo beccano dalla tribuna come accadeva a Barberis: gli auguro la stessa carriera».
Infine un accenno alla Caronnese: «Domenica non sarà facile, non vedremo calcio champagne ma sarà una sfida dura e aperta contro un’altra grande squadra: ci prepareremo per vincere sperando di continuare a crescere come fatto in queste ultime settimane».

Dopo l’allenatore, tocca al rientrante Claudio Bordin parlare in sala stampa: «La mia stagione è stata un po’ così così, ma fa parte del gioco. Ringrazio il mister per avermi fatto ritornare in squadra un po’ di tempo fa e per avermi fatto giocare oggi. All’inizio dovevo ritrovare un po’ i riferimenti ma poi, giocando, è tornata anche la fiducia. Comunque non sentivo particolare ansia o pressione. Con la pazienza e con il gioco alla fine abbiamo portato a casa la vittoria e la possibilità di disputare due partite interne nei playoff. La Caronnese ci ha battuto tre volte quest’anno: servirà voglia di vincere e gioco di squadra».

Infine la parola al migliore in campo, Matteo Simonetto: «Cerco sempre di farmi trovare pronto e son contento della mia prova contro il Verbania. Avevo di fronte Spadafora che è un ottimo attaccante e in velocità va più forte di me, però gli ho preso le misure e sono riuscito a cavarmela. E comunque, giocando a tre con accanto Viscomi e Luoni mi trovo bene e tutto diventa più facile. Ho giocato al centro dei tre ed è la posizione che preferisco».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Verbania - Varese 0-1 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.