Borse di studio per minori e neomaggiorenni migranti con Terre des Hommes

È ufficialmente avviata la terza edizione del Programma Borse di Studio di Terre des Hommes, riservate a minori e neo maggiorenni migranti fino ai 21 anni, accolti in strutture di seconda accoglienza

Avarie

Aperte le candidature per borse di studio per i minori e neomaggiorenni migranti messe a disposizione dal progetto Faro di Terre des Hommes

È ufficialmente avviata la terza edizione del Programma Borse di Studio di Terre des Hommes, riservate a minori e neo maggiorenni migranti fino ai 21 anni, accolti in strutture di seconda accoglienza. Le borse di studio permetteranno a ragazze e ragazzi arrivati nel nostro paese soli, e inseriti in comunità d’accoglienza, di intraprendere percorsi scolastici o di formazione lavorativa, contribuendo alla loro emancipazione e maggiore integrazione, come auspicato dalla recente legge Zampa e dalla Convenzione ONU sui dei diritti dei minori. Quest’anno il progetto è stato finanziato dalla Fondation d’Harcourt e da Association Mondiale des Amis de l’Enfance e si svolge in collaborazione con il Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali (CNOAS) e la Fondazione nazionale degli Assistenti sociali. Regolamento e modulo di partecipazione sono scaricabili dal seguente link https://terredeshommes.it/borse-di-studio/#info

La scadenza per l’invio delle candidature è fissato al 9 giugno. Comunicazione dei vincitori sarà data invece entro il 15 luglio. Ciascuna borsa potrà coprire costi di corsi di formazione professionale e/o altro percorso di studio o specializzazione richiesto, per un massimo di 1.500 euro. Le candidature saranno valutate da una commissione esaminatrice che, sulla base di una griglia di valutazione, assegnerà un voto a ciascun candidato. Risulteranno vincitori i candidati che otterranno il maggior punteggio. Nelle due edizioni precedenti le Borse di Studio hanno finanziato percorsi differenti, testimoniando quella eterogeneità di inclinazioni, passioni e talenti che si possono riscontrare in tutti i ragazzi, di qualsiasi nazionalità siano. I 16 vincitori hanno potuto svolgere corsi da barman, pizzaiolo, parrucchiere, saldatore, assistente alla poltrona odontoiatrica, hanno potuto continuare gli studi superiori o intraprendere percorsi universitari. È possibile visionare alcune storie di successo e speranza, cliccando su questo link https://terredeshommes.it/borse-di-studio/#video

La Fondazione Terre des Hommes opera dal 2011 con il progetto Faro di assistenza ai minori stranieri non accompagnati e alle famiglie con bambini e nel 2016 ha prestato assistenza psicologica e psicosociale a 12.638 persone, in maggioranza bambini e famiglie con minori in Sicilia, un servizio di informativa giuridica a Ventimiglia e distribuzione di kit di beni di prima necessità a minori migranti e famiglie con bambini all’hub di Milano. Le attività del progetto Faro sono finanziate interamente con fondi privati. Tra i maggiori donatori troviamo la Federazione Internazionale Terre des Hommes, Fondation d’Harcourt, Amade, Fondazione Marcegaglia e la catena d’abbigliamento C&A.

Il progetto Faro rientra nella Campagna “Destination Unknown” della Federazione Internazionale Terre des Hommes per la protezione dei bambini migranti (children on the move) nel mondo in fuga da guerre, povertà e violenze, che secondo i dati più recenti sono quasi 35 milioni (fonte UN).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.