“Camicie verdi”, dopo l’assoluzione il risarcimento

Il risarcimento è arrivato: di 7.360 euro ciascuno. «Un riconoscimento per l’ingiustizia subita», spiega l’avvocato Attilio Fontana

Matteo Salvini a Busto
lega nord

Dopo il proscioglimento del 2016 arriva anche il rimborso per le “camicie verdi” della Lega Nord coinvolte nell’inchiesta che li accusava di aver organizzato un’associazione di carattere militare.

L’assoluzione in primo grado era arrivata lo scorso anno dopo poco meno di 20 anni. Per gli imputati il pm a Bergamo aveva chiesto il rinvio a giudizio per “aver promosso, costituito, organizzato o diretto un’associazione di carattere militare“.

Dopo quella tappa in tribunale la scelta fu quella di chiedere il risarcimento per «ingiustificata» durata del procedimento guidata dai difensori Attilio Fontana, ex sindaco di Varese, e Patrizia Esposito.

Ora il risarcimento è arrivato: di 7.360 euro ciascuno. «Un riconoscimento per l’ingiustizia subita», spiega l’avvocato Fontana.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.