Cantiamole al cancro

Il 20 maggio al Vela concerto con Varese per l’Oncologia

ospedale varese
pronto soccorso ospedale varese barellaia

Hanno cominciato dall’oratorio di Albizzate, pochi elementi, musiche di chiesa. Oggi sono sessanta: un coro di tutto rispetto che varia dal gospel, al rock, al pop, senza trascurare il genere sacro. Hanno deciso di “donare un aiuto a chi dona una vita” e sabato venti maggio alle ore 21 si esibiranno al teatro Vela di Varese in un concerto a favore di “Varese per l’Oncologia”, l’associazione che dal 2004 sostiene le cure, anche domiciliari dei malati di tumore negli ospedali di Circolo, di Cittiglio, di Luino. Il titolo della manifestazione è un messaggio di speranza: “Per una sera cantiamole al cancro”. Il coro si chiama Jhon Paul II Choir, lo dirige il maestro Paolo Manconi e nel panorama musicale della Lombardia è una chicca di sicuro talento. Una band a cinque, chitarre, tastiere, violino accompagna la magnifica compagine. La piacevolezza dello spettacolo è una certezza. «Com’è una certezza che il tumore non è più un invincibile samurai, bisogna continuare a combatterlo», dice Gianni Spartà, presidente della Onlus non profit. 

I biglietti (15 euro) sono in vendita nel reparto di oncologia di Varese e delle sue unità periferiche nel Verbano. «Ma il passa-parola è la migliore è la migliore forma di pubblicità», dicono all’associazione. La vendita continuerà la sera del concerto in teatro. Il ricavato della manifestazione serve a migliorare alcuni servizi che Varese per l’Oncologia si sforza di offrire. L’ultimo è il trasporto gratuito di pazienti fragili da casa all’ospedale e viceversa, unito al servizio trucco parrucche per donne, le cure a domicilio effettuati dagli stessi medici e infermieri che curano i pazienti nei reparti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.