Caso “Manfroni”, le motivazioni della sentenza in Appello

L'ex comandante dei vigili reintegrato dopo aver vinto cinque gradi di giudizio. "Manca la Cassazione, aspetto di vedere che vorrà fare il Comune"

Polizia locale a convegno
Polizia locale a convegno

Pubblichiamo una breve nota inviata dall’ex capo dei vigili de Gavirate Mauro Manfroni, licenziato e poi reintegrato in servizio a seguito di decisioni giudiziali.
Manfroni chiede di informare i cittadini dell’avvenuto deposito delle motivazioni della sentenza della Corte d’Appello che riguarda la sua vicenda personale e processuale.

Volevo informare l’opinione pubblica, perché credo sia giusto e tantissima gente mi ha chiesto di farlo, che sono uscite le motivazioni della Sentenza con la quale la Corte d’Appello di Milano ha confermato il reintegro del sottoscritto nel suo posto di lavoro presso il Comune di Gavirate.

Su tale provvedimento non farò alcuna particolare considerazione perché ritengo la sua semplice lettura più che esaustiva, sicuramente però posso dire, in caso si volesse citarlo, che se in seguito alla Sentenza di primo grado l’ex Sindaco Paronelli aveva dichiarato alla stampa “E’ solo la fine del primo tempo. siamo sotto 1 a 0, ma la partita è lunga”, adesso per poter continuare a paragonare la vicenda all’ambito sportivo dal calcio bisogna fare riferimento al tennis.

E’ pur vero che, come a suo tempo dichiarato dall’ex Vice Sindaco Foti “fu una scelta condivisa che rifarei. Confido nei tre gradi di giudizio previsti dalla legge”, c’è sempre la possibilità da parte dell’Ente di un ulteriore ricorso in Cassazione e quindi sono al momento in tranquilla attesa di conoscere la decisione dell’attuale Amministrazione.

D’altronde, se è vero che il sottoscritto ha già affrontato, vincendo sempre, cinque giudizi instaurati nei suoi confronti per fatti inerenti il proprio lavoro presso il Comune di Gavirate (Giudice di Pace, Tribunale Monocratico Penale, Tribunale del Lavoro, due volte Corte d’Appello di Milano) insistendo, prima o poi, può anche capitare a chi perde sempre di vincere una volta.

Mauro Manfroni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.