Ciak, si gira! Contro il bullismo

Nella giornata di giovedì 4 maggio riprese in via Puglia, in Corso Italia e in una scuola, per il mediometraggio "World of hope"

Gallarate e Cardano si trasformano in set cinematografico. Dopo Gennaro Gattuso e Fabio Volo, dopo lo spot con Elisabetta Canalis e i ciak per la pubblicità, questa volta tocca a una piccola produzione. “World of hope” è un mediometraggio sul mondo degli adolescenti che accompagnerà il libro omonimo, in uscita a maggio.

Un prodotto in sostanza multimediale, che tocca anche temi delicati e importanti come l’identità dei preadolescenti e il bullismo. Lo spiega Ivan Maruzzi, educatore professionista e autore del libro: «L’idea del film è nata dalla voglia di invitare alla lettura i ragazzini delle scuole medie. In Italia si legge poco, a differenza di quanto accade in altri Paesi stranieri. Cerchiamo in questo un modo di comunicare con loro». Libro e film propongono «una storia che tocca il fantasy ma anche la realtà, un po’ alla Harry Potter, con attenzione ai temi dell’autostima dei preadolescenti e del bullismo».

Il film – prodotto da Silvio Sardi, per la regia di Ettore Pasculli – è un mediometraggio, che sarà proposto anche al Giffoni Film Festival, appuntamento di riferimento per il cinema per ragazzi. «Siamo al terzo giorno di riprese, più o meno a metà delle scene» spiega il regista. «I ragazzi sono molto preparati e abbiamo trovato ovunque grande disponibilità. Alle scuole Montessori di Cardano al Campo abbiamo avuto un’aula, mentre Farsi Prossimo ci ha dato la possibilità di girare negli spazi del progetto Cardaland». Le riprese gallaratesi si sono state invece fatte tra i palazzi di via Puglia e in centro storico, sotto i portici di Corso Italia. Altre scene invece sono state girate a Torino (anche aeree con droni) e a Milano. Il cast è quasi interamente composto da ragazzi e ragazze preadolescenti, in gran parte esordienti, in qualche caso con esperienze precedenti.

Il film gode del patrocinio di Regione Piemonte, Regione Lombardia, Comune Cardano al Campo e di AgiScuola, che porterà la pellicola in 3000 scuole. In parallelo si muove anche il libro (edito da Lineadaria Biella), che a sua volta è un prodotto multimediale: «Ispirandoci all’uso di diversi dispositivi da parte dei ragazzi,  con Andrea Settembre abbiamo creato una canzone originale e inedita, Era un mondo per noi, oltre a registrare una serie di cover. Leggendo il libro i ragazzi potranno passare alle canzoni, che saranno disponibili sul sito».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.