Con DigitaLife vi portiamo in Nicaragua

Un viaggio per raccontare alcune storie di grande fascino pensando al film che Varesenews sta realizzando sui cambiamenti con l'avvento del digitale

È la sesta volta che vado in Nicaragua. La terza in cui sono spinto da un progetto collettivo. Eppure l’emozione della partenza è sempre la stessa. Non c’è lo stupore e l’emozione del primo sguardo dove tutto è sorpresa, però immergersi in quel paese resta una grande esperienza.

Questa volta la ragione che mi spingi fin lì è il film. DigitaLife è un grande viaggio dentro almeno trent’anni di vita. Venti sono indietro, e gli altri proviamo ad immaginarli per quel che ci aspetta nel futuro.

Non lo abbiamo mai raccontato bene, ma il Nicaragua è un pezzo della matrice che permise circa vent’anni fa di iniziare l’avventura di Varesenews. Molti amici del giornale hanno vissuto esperienze in quel paese durante gli anni Ottanta e da allora il legame è rimasto forte. Si è intensificato poi per la presenza in aggiunta a loro di Giori Ferrazzi e della Ong per cui lavora, Terre des hommes. Ed è proprio questa realtà la prima, dopo Anso (Associazione Nazionale della Stampa Online), a diventare partner attiva del film.

Sarò in Nicaragua nove giorni per poi spostarmi in Ecuador. È un viaggio pensato per raccogliere alcune storie di grande fascino e interesse in due aree molto diverse del paese. La prima è a Corn Island, due isolette nei Caraibi in mezzo all’Atlantico, che si raggiungono con un paio di ore di volo, e poi per andare nella più piccola ancora un passaggio via mare. La seconda è a Los Guatuzos, una riserva raggiungibile solo con tre ore di viaggio in barca navigando il lago Nicaragua, così grande che i conquistatori spagnoli credevano di essere ancora in mare aperto, e poi il rio Papaturro. Quella zona è ricca di storia e di avventure che hanno dell’incredibile. In un pezzo di terra sconosciuta c’è un concentrato di situazioni che proveremo a raccogliere per farne una breve parte del film.

Come in altre occasioni proverò a raccontare il viaggio partendo dai miei social, ma anche sul giornale.

DIGITALIFE
Ognuno di noi è però importante per costruire DIGITALIFE. I cambiamenti ci hanno investititi tutti e ogni sguardo è per noi una ricchezza. Pensate a come rendere questo con un breve video e poi non vi bloccate di fronte alla lente che vi potrebbe riprendere. Filmate, filmatevi e raccontatevi. Quanto più grande sarà questo collage di storie, tanto più sarà affascinante il nostro e vostro progetto.

PER INVIARE I VIDEO CLICCA QUI.

LE FOTO DELLA RISERVA LOS GUATUZOS E IL RIO PAPATURRO

di marco@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.