“Crossroads”, l’invisibile secondo l’arte, la musica e la scienza

Presso il Teatro Elfo Puccini il 20 maggio dalle 14 alle 19

Avarie

Il concetto di “invisibilità” nella scienza, arte e musica è il tema dell’evento “Crossroads”, organizzato dall’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, il 20 maggio, presso il Teatro Elfo Puccini di Milano, dalle ore 14 alle ore 19. Alcuni scienziati dell’IIT, musicisti e artisti presenteranno al pubblico la loro esperienza dell’invisibile, come le nanoparticelle per la salute dell’uomo, la chimica sostenibile per l’ambiente, l’improvvisazione che guida un pittore o la musica che guida una jam session, così da riflettere sull’utilità di una conoscenza che va oltre le apparenze.

L’evento rappresenta il momento di chiusura del progetto multidisciplinare “Crossroads in art, music and science” coordinato da Silvia Giordani dell’IIT con il supporto della Fondazione Cariplo, e che ha coinvolto oltre 100 studenti delle scuole superiori milanesi, l’ITAS Giulio Natta e l’IIS James Clerk Maxwell, per circa un anno di attività. L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti.

Il progetto “Crossroads in art, music and science” nasce per sensibilizzare i giovani verso l’interdisciplinarietà e favorire il loro protagonismo in un contesto creativo e sensibile ai concetti di inclusione, dialogo e comunicazione fra attori diversi. Il progetto è stato coordinato dalla scienziata Silvia Giordani, Professore associato all’Università di Torino e responsabile del Laboratorio di nanomateriali al carbonio di IIT, con l’obiettivo di ridurre la distanza tra la ricerca scientifica e i giovani, soprattutto nelle aree più periferiche della città, quali il quartiere di Cimiano.

Nel corso dell’anno gli studenti delle scuole superiori Natta e Maxwell hanno partecipato a laboratori didattici dedicati alla scienza, alla musica e all’arte, e a visite ai laboratori scientifici del Centro di IIT di Milano. Gli studenti hanno infine realizzato propri progetti interdisciplinari, i quali saranno presentati e premiati durante l’evento conclusivo al Teatro Elfo Puccini.

Il programma dell’evento prevede, inoltre, la partecipazione degli scienziati di IIT Guglielmo Lanzani, coordinatore del Centro di nanotecnologie di IIT a Milano, Guido Saracco, coordinatore del Centro sulle tecnologie sostenibili di IIT a Torino, e Teresa Pellegrino, responsabile del Gruppo di nanomateriali per tecnologie biomediche, introdotti e moderati da Silvia Giordani.

A seguire, il pubblico potrà ascoltare dal vivo i componimenti del duo pianistico Davide e Daniele Trivella, il concerto del celebre violinista Davide Laura, e il concerto jazz dell’Alessandro Carabelli Music Ensemble, composto da Alessandro Carabelli al piano, Tino Tracanna ai sassofoni, Luciano Zadro alla chitarra, Marco Conti al contrabbasso e Maxx Furian alla batteria. Sarà allestita una mostra dei dipinti dell’artista Giuseppe Siniscalchi, ideatore del nuovo movimento artistico “fronteversismo”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.