Da Malpensa a Bellinzona in treno, è già “gara” fra le linee

Meglio passare da Luino o sfruttare la nuovissima Arcisate-Stabio? La preoccupazione degli amministratori del lago

Avarie

«C’è nell’area un depotenziamento del trasporto passeggeri sulla linea Bellinzona-Luino a beneficio della Arcisate-Stabio».

La dichiarazione della consigliera comunale de “L’altra Luino” Enrica Nogara si perde quasi nel mare di considerazioni espresse nel corso dell’ultimo consiglio comunale, per i tre quarti incentrato su Alptransit e soppressione dei passaggi a livello, sicurezza e opere di compensazione per Luino.

Queste parole potevano sfuggire perché sembrano essere proiettate in un futuro lontano, ma non è così.

In realtà il momento topico dei collegamenti ferroviari fra Malpensa e la Svizzera è molto vicino perché legato ad una data precisa: 17 dicembre 2017, quando col cambio del nuovo orario ferroviario europeo entrerà in funzione il collegamento Arcisate-Stabio.

Tutto bene? Forse. Perché se tra qualche mese sarà possibile attivare una nuova linea per chi sceglierà il treno per muoversi da Malpensa a Bellinzona, per la linea ferroviaria che già oggi segue questa tratta, passando da Luino, qualche problema potrebbe esserci.

Quello che la consigliera Nogara ha fiutato nell’aria è divenuto quasi una conferma ascoltando le successive parole del sindaco di Luino, Andrea Pellicini: «Arriverà l’Arcisate-Stabio, certo ma è da noi che passa la via più breve per raggiungere Malpensa da Bellinzona. Questa via c’è già, e passa da Luino. E per non perdere il nostro primato, ci faremo aiutare dai colleghi del Gambarogno (gli svizzeri ndr) a sostenere questa battaglia sui Tilo».

La linea, c’è da dirlo, rimarrà chiusa dal prossimo giugno e fino a dicembre per i lavori di adeguamento previsti proprio per Altransit.

Forse anche per questo l’attenzione delle amministrazioni al trasporto passeggeri è forte: si cercano garanzie non solo per gli autobus sostitutivi durante lo stop dei treni, ma anche la certezza che questa linea non venga depotenziata per favorire la “nuovissima” Lugano-Malpensa che ha tutte le carte in regola per essere appetibile.

Ma sarà davvero così?

È difficile dirsi oggi, perché non sono conosciuti i tempi di percorrenza della Arcisate-Stabio, ancora da completare ed attivare. Mentre l’attuale servizio Bellinzona-Malpensa passando da Luino e Laveno è prevalentemente locale, dal momento che prevede fermata in ogni stazione della linea, sia a Nord di Luino che sulla tratta successiva verso Gallarate.

Di certo c’è che il percorso via Luino-Laveno risulta di pochissimi chilometri (tre, per la precisione) più lungo di quello via Mendrisio-Stabio-Arcisate-Varese.

C’è poi da considerare un elemento tecnico ulteriore: il percorso da Cadenazzo e Luino fino a Gallarate è interamente a binario unico (con la necessità di far “incrociare” i treni nelle stazioni) mentre il percorso che passa da Mendrisio, Stabio e Varese (salvo che per il ponte sull’Olona a Indino) è quasi interamente a doppio binario.

di
Pubblicato il 04 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.