Damin annuncia battaglia: “La nuova viabilità di Sacconago taglierà il paese in due”

Lo storico portavoce dei Verdi spiega perchè i sensi unici previsti dal 22 maggio isoleranno la piazza e i suoi negozi mentre dal cavalcavia non sarà più possibile entrare nel centro

chiesa sacconago
Foto di Sacconago

Dopo la retromarcia del sindaco Antonelli sulle nuove tariffe cimiteriali ecco che si profila una nuova grana per la giunta con la nuova viabilità di Sacconago che partirà da lunedì 22 maggio.

Andrea Damin, portavoce storico dei Verdi a Busto Arsizio e residente a Sacconago, non è contento della nuova viabilità del quartiere che partirà dal prossimo 22 maggio (qui l’articolo che spiega i cambiamenti) e parla di «incredibile disagio che si creerà con questi nuovi sensi unici disseminati per tante vie del paese».

Damin osserva che Sacconago verrà “tagliata” in due e che, ad esempio, «da via Ortigara invece che andare in piazza della Chiesa Vecchia, per comprare un quaderno alla cartoleria Savoldi, una pizza alla Piazzetta o un fiore alla Fioreria Moretti, sarà più facile arrivare al nuovo Tigros di viale Pirandello»

L’esponente dei Verdi riflette sul fatto che scendendo dal ponte verso il CAS, risulta poi impossibile entrare in paese: «Che senso ha un paese se non si può raggiungerlo, arrivare alla sua Piazza/Chiesa? Chiese e Piazze sono il naturale orizzonte di ogni strada, di ogni storia. Questi nuovi sensi unici stravolgono il naturale orizzonte umano di chi vive il paese».

Damin sostiene che il Put sia stato elaborato da esterni senza tener conto delle osservazioni e annuncia una mobilitazione: «Non conoscete Sacconago? La considerate quindi solo come un mero luogo di transito? Per noi che abitiamo in via Ortigara, dove ci saranno due sensi unici…, il disagio sarà davvero notevole, per cui ci appresteremo nei tempi e nei modi civili e corretti, in questi 6 mesi di prova, a fare opposizione a questa imposizione peggiorativa del nostro stile e della nostra qualità di vita».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.