Dieta alla mensa dei poveri: le scorte stanno finendo

Scarsità di cibo alla mensa di via Bernardino Luini che rifornisce abitualmente 350 persone. Nel pomeriggio erano arrivati gli ispettori dell'ATS Insubria

mensa poveri apertura

Solo pane e pasta. Alla mensa di via Bernardino Luino gestito dalle suore quella di ieri, giovedì 4 maggio, è stata una serata di “dieta”.

Dalle cucine non è arrivato altro. La spiegazione è legata alle scorte di cibo: in dispensa ormai i beni scarseggiano e si fa fatica a proporre pasti adeguati alle oltre 350 persone che si presentano abitualmente.

Nel pomeriggio, inoltre, si erano presentati i tecnici dell’ATS Insubria per controllare il rispetto delle normative delle mense. Si è trattato di un controllo di routine legato alla presenza della mensa scolastica: le cucine, infatti, servono anche 28 pasti per gli alunni della primaria Addolorata. La doppia vocazione dei locali viene tenuta sotto grande attenzione dagli ispettori sanitari che chiedono di separare adeguatamente il duplice impegno.

Oggi comunque, assicurano che sarà distribuito anche il tonno. Pane pasta e tonno per ripristinare un pasto completo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.